Cucina cosmopolita e originale, quella indiana è ormai diffusa in tutto il mondo grazie a migliaia di ristoranti e alle loro proposte autoctone. Dal riso con le verdure, alle salse piccanti, alle zuppe al curry, la cucina indiana utilizza molte spezie e ingredienti che la rendono gustosa, innovativa ma, soprattutto, salutare.

Secondo il dottor Shrikanth Anant, infatti, figura da anni impegnata nella ricerca contro il cancro, ingredienti come l’aglio, la curcuma, i peperoni, lo zafferano e lo zenzero (tanto per citarne alcuni) sarebbero degli ottimi ingredienti anticancro.

Vanno sotto il nome generico di Curry e avrebbero delle importanti proprietà benefiche in grado di combattere i tumori in modo naturale, limitando, così, gli effetti collaterali delle terapie tradizionali.

Il dottor Anant ha esposto i propri risultati durante l’Indian Science Congress di Chennai (India) che si è concluso il 7 gennaio. Ecco le sue parole:

Il cancro è una malattia complessa. Nessuna terapia è una pallottola di argento. Deve essere una combinazione. Allora, stiamo cercando delle opzioni che possano rendere il trattamento più efficace.

Dopo aver sperimentato con successo la curcumina sugli animali, il dottor Anant ha rivolto la propria attenzione agli esseri umani incontrando, ovviamente, lo scetticismo dei fedeli convinti alla medicina tradizionale.