Melanzane alla pugliese: verdure in conserva, l’estate sotto vetro

Anna Carbone 4 ottobre 2014
Tempo totale:
15 minuti
Difficoltà:
Facile
Ingredienti per 4 persone:
  • + 36 ORE
  • 2 kg di melanzane
  • ½ litro di aceto
  • sale grosso
  • 2 spicchi d'aglio
  • qualche fogliolina di menta
  • olio extravergine d'oliva

Le melanzane: a fette, a cubetti, a metà…Fritte, grigliate, lessate e pronte con altri ingredienti alla preparazione di squisiti bocconcini per antipasto.

Quant’altro abbiamo ancora da scoprire sull’incredibile versatilità di questo prodotto della terra? Ancora molto, forse.

Dopo averle scoperte in una gustosa variante delle lasagne alle melanzane tipiche di Sicilia (un piatto unico veramente “unico”), dopo averle gustate in un primo piatto di fusilli al telefono ad effetto filante (mozzarella docet), fritte o grigliate in una favolosa parmigiana (secondo ricette tipiche regionali) o in un appetitosa e semplice pasta al forno, non stupisce ancora un’altra scoperta: le melanzane sott’olio.

La ricetta o le ricette? Sono varie, ogni regione propone la sua, tanto le melanzane si lasciano trattare de gustibus, sempre pronte ad assecondare l’estro del cuoco e a rispettare le tradizioni. Certo non poteva mancare l’interesse dei buongustai per la conservazione di prodotti di stagione per gustarli in ogni stagione.

Ed eccoci alle melanzane anche sott’olio, tagliate a fette, naturalmente secondo tradizioni regionali. Per queste melanzane ho seguito una ricetta tipica “pugliese” (la lingua batte dove il dente duole): una ricetta facile per poter gustare queste buone melanzane quando ne avete voglia, come antipasto o contorno oppure…per un gustoso panino. Con un buon vino bianco o (crepi l’avarizia) con un eccellente vino Doc. Solo 80 calorie per porzione (vino escluso), attenzione!

Pochi gli ingredienti: se avete delle melanzane belle e sode, “salvatele” subito con aceto, sale grosso, aglio, qualche fogliolina di menta, olio extravergine d’oliva, in 15 minuti. E in caso di nuove scoperte ve ne terrò informati.

Il vino

Il Frascati Doc

Ottimo per contorni e antipasti di verdure: con melanzane, carciofi alla romana, alla giudìa, funghi arrosto e piselli al guanciale, fiori di zucca, filetti di baccalà, cicoria, zucchine ripiene…

Preparazione:

Sbucciate le melanzane e tagliatele a fette piuttosto spesse.
Mettetele su un ripiano (andrà bene quello del lavello) a strati, ricoprendone ognuno con sale grosso e qualche fogliolina di menta e fettine d'aglio. Ricopritele con dei pesi (dovranno essere i più pesanti possibile) e lasciatele così per 24 ore, ovvero per una giornata intera.
Mettetele nei vasi cercando di lasciare le fette attaccate una all'altra e ricopritele con ½ litro di aceto e ¼ di acqua.
Lasciate riposare per dodici ore, poi capovolgete il vaso e lasciate colare l'aceto per 12 ore.
Infine, ricoprite completamente le melanzane con l'olio, chiudete i vasi e riponeteli in un luogo fresco e buio.
Iniziate a consumarle dopo un mese.

Photo Credit: garettojaksu via photopin cc

Note:

Informazioni utili