Piatti freddi: caponata di verdura al forno

Anna Carbone 3 agosto 2014
Tempo di preparazione:
10 minuti
Tempo di cottura:
25 minuti
Tempo totale:
35 minuti
Difficoltà:
Facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 1 melanzana lunga
  • 3 zucchine
  • 2 carote grandi
  • 1 cipolla bianca
  • 10 pomodorini ciliegia
  • 2 cucchiai d'olio
  • d'oliva extravergine
  • sale
  • pepe

Sentiamo parlare spesso di “cucina verde”. La definizione riguarda, naturalmente, l’alimentazione vegetale, divenuta ormai un modello alimentare quotidiano. La cucina vegetariana oggi sta conquistando migliaia di persone in tutto il mondo. E se da piccoli scappavamo intorno al tavolo rifiutandoci di assumere le “famigerate” frutta e verdura che volevano prodigarci mamme e nonne, da grandi impariamo ad apprezzare le mille proprietà e sapori dei vegetali. La verdura è di una versatilità eccezionale. Possiamo gustarla in tanti modi, perfino trattata in modo un tantino esotico non solo in casa ma anche nei ristorani “in”. E in piatti tradizionali di grande gusto rivisitati in chiave moderna. Come la ricetta che oggi vi propongo abbinata ad un ottimo vino bianco di casa nostra: il Verdicchio dei Castelli di Jesi, una Docg che si sposa con tutti i piatti della cucina mediterranea. Da servire ad una temperatura di 14°-16°C.

Preparazione:

Lavate e spuntate le zucchine, lavate la melanzana. Pelate le carote e la cipolla. Tagliate la cipolla a dadini piccoli e le zucchine e le carote a rondelle spesse. Tagliate la melanzana a spicchi, eliminando la parte bianca in eccesso, quindi riducetela a cubetti piuttosto grandi e mescolateli al resto delle verdure con i ciliegini ben lavati. Condite con olio d'oliva, sale e pepe e infornate per 25 minuti a 210° rigirando 2 o 3 volte. Servite la caponata a temperatura ambiente.

Note:

Curiosità
La caponata è un piatto di origine siciliana, costituito da verdure tagliate a cubetti e tradizionalmente fritte, condite con pomodoro, olive, capperi e salsa agrodolce. Oltre alla ricetta base esistono molte varianti, spesso denominate caponatine. C'è invece grande disaccordo sull'origine della parola “caponata”: per alcuni deriverebbe dal catalano, per altri, da cappone, termine tecnico della marineria, altri ancora rintracciano la sua origine nel termine latino caupona, che significa “osteria”, dove il piatto era probabilmente molto comune.

Photo Credit: elana's pantry via photopin cc

Informazioni utili