Fate con la farina una fontana, aggiungete l’acqua e impastate, unite il sale e l’olio e continuate a impastare fino a che non si è incorporata tutta la farina.

Col mattarello spianate e fate un disco alto circa 1 cm, coprite con un canovaccio e lasciatela riposare per 20 minuti. Tagliate poi il disco a strisce e tirate con le mani ogni striscia fino a formare dei lunghi spaghetti, che terrete coperti con un canovaccio man mano che li farete.

La ricetta originale non prevede uova, ma se volete potete aggiungerne uno (indipendentemente dalla quantità di farina) all’interno della fontana.

Tagliate in due gli spicchi d’aglio e toglietene il germe, schiacciateli con il palmo o con un coltello, metteteli in un tegame con olio e peperoncino, e fate soffriggere a fuoco molto lento, l’aglio dovrà rosolare piano piano.

Nel frattempo avrete sbollentato i pomodori e li avrete pelati, potete anche pelarli a vivo.Toglietene i semi in modo da avere solo la polpa.

Una volta che l’aglio si è colorito (potete lasciarlo o toglierlo) aggiungete i pomodori e fate cuocere a fuoco medio per 10/15 minuti, salate.

Scolate i pici al dente e saltateli in padella per qualche minuto.

Spolverate con pecorino Toscano di Pienza se ne avete, altrimenti va bene anche quello Romano.