Polpettine alla messicana in salsa di pomodoro: ricetta con riso e piselli

Anna Carbone 18 gennaio 2013
Tempo totale:
45 minuti
Difficoltà:
Facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 300 g. di carne macinata
  • 300 g. di riso parboiled
  • 1 uovo
  • aglio
  • farina
  • 1 tazza di pomodoro passato
  • basilico – origano - burro
  • sale - pepe
  • pan carré
  • 300 g. di piselli novelli

Le polpettine al sugo sono una vera delizia. Non lasciatevi ingannare dal titolo, messicano non significa necessariamente piccante, anzi. Queste polpettine, condite con aromi semplici come origano e basilico, si accompagnano perfettamente al riso lessato e ai crostini di pane fritti con il burro. Una ricetta completa per un piatto completo.

Preparazione:

Preparate delle polpettine con carne tritata, un uovo, aglio schiacciato con la forchetta e poca farina: le polpette devono essere molto piccole. Preparate una tazza di pomodoro passato, unitevi un trito di basilico fresco, uno spicchio di aglio tritato, sale e pepe. Fate sobbollire piano piano la salsa e quando è calda mettete nella teglia le polpettine e copritele con il sugo, proseguendo la cottura a fiamma bassa e unitevi un pizzico di origano.

Intanto tagliate il pane a tocchetti e friggetelo nel burro, fatelo dorare molte bene stando però attenti a non bruciarlo. Unite i pisellini in cottura delle polpette e, sempre a fiamma molto bassa, proseguite la cottura per altri venti minuti.
Nel frattempo fate lessare il riso, scolatelo e formatene un letto sul piatto di portata, ponetevi sopra le polpette con il loro sugo. Servite caldo con le fette di pane in un piatto a parte.

Note:

I VINI CONSIGLIATI:
AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE/SUP. RISERVA

Aree di produzione: Basilicata Intero territorio dei comuni di Rionero in Vulture, Barile, Rapolla, Ripacandida, Ginestra, Maschito, Forenza, Acerenza, Melfi, Atella, Venosa, Lavello, Palazzo San Gervasio, Banzi, Genzano di Lucania, escluse le tre isole amministrative di Sant’Ilario, Riparossa e Macchia del comune di Atella. - affinamento: fino 1 anno, 2 anni per il sup. riserva - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: ARROSTI, CARNI ROSSE, SUGHI - colore: rosso rubino tendente al granato - odore: vinoso, tipico, marmellata frutto scuro, viola - vitigni: aglianico (100%) - sapore: asciutto, sapido, giustamente tannico - gradazione alcolica minima 12,5°.

CESANESE DEL PIGLIO (Lazio)
Un vino caratteristico del Lazio (prodotto nella provincia di Frosinone). Di colore rosso rubino tende al granato invecchiando, sapore morbido un po’ amarognolo (gradazione alcolica 12°). Vino adatto a MINESTRE ASCIUTTE AL SUGO, RIPIENE, PER ARROSTI IN GENERE, ROGNONE TRIFOLATO, OMELETTES CON FUNGHI E CARNE, CARNI COTTE ALLA GRIGLIA se ben invecchiato. servire a 18/20°.

AMARONE DELLA VALPOLICELLA 
Aree di produzione: Veneto diversi comuni provincia VR - affinamento: periodo minimo di invecchiamento di 2 anni a partire dal 1°gennaio dopo la vendemmia - caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: CARNI ROSSE, SELVAGGINA - colore: rosso granato piuttosto carico - odore: frutta matura, confettura di amarena e di lamponi. In quelli più affinati si possono percepire anche sentori speziati e goudron vitigni: Corvina Veronese 45%-95%, ammesso Corvinone max 50% in sostituzione della Corvina; Rondinella 5%-30%, ammessi altri vitigni a bacca rossa non aromatici provincia di Verona max 15%, altri vitigni autoctoni a bacca rossa max 10% - sapore: pieno vellutato caldo asciutto - gradazione alcolica minima 14°.

350 CALORIE PER PORZIONE
photo credit: Geomangio via photopin cc
http://allrecipes.it

Informazioni utili