Quaglie al riso: un secondo piatto sfizioso per l’appetito più pigro

Anna Carbone 21 maggio 2014
Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
20 minuti
Tempo totale:
35 minuti
Difficoltà:
Facile
Ingredienti per 6 persone:
  • 12 quaglie
  • 100 g di burro
  • 100 g di lardo
  • 100 g di prosciutto crudo
  • 1 bicchiere di marsala
  • 1 tazza di besciamella
  • sale
  • PER IL RISOTTO
  • 600 g di riso
  • 150 g di burro
  • parmigiano grattugiato
  • 1 cipollina
  • 1 litro e mezzo di brodo

Una ricetta stuzzicante e delicata insieme, resa più sfiziosa dal tipo di carne utilizzato che trasmette un sapore particolare, apprezzato soprattutto da chi ama la cacciagione. Le quaglie, infatti, si prestano a ricette gustose e anche di facile digestione: secondi piatti saporiti e anche importanti dal punto di vista nutrizionale per il modesto apporto di grassi e il buon contenuto di ferro rispetto alla carne bovina magra. E piatti unici come queste quaglie al riso o meglio al risotto, una ricetta indovinata, in cui i diversi sapori si amalgamano e si compensano perfettamente: burro e prosciutto insieme alle fettine di lardo per un sapore esaltato dall’aroma particolare del marsala, un ingrediente che proprio per il suo aroma intenso viene usato in molte altre ricette dagli antipasti di verdure per un pranzo d’occasione ai vari stuzzichini last minute oggi molto in voga per momenti a sorpresa. Per un piatto forte per robuste forchette consiglio in abbinamento un buon rosso come il Riesling Italico DOC.

Preparazione:

Preparate le quaglie, spiumatele, svuotatele, passatele alla fiamma. Fatele rosolare nel burro fasciate in fettine di lardo e prosciutto. Aggiungete il marsala e fate cuocere per 15-20 minuti circa. Salate. Togliete le quaglie dalla casseruola e ponetele al caldo.
Sgrassate il fondo di cottura e fatelo addensare al fuoco per qualche istante e poi unite la besciamella (facoltativa).
Mentre le quaglie cuociono, preparate il risotto.
Fate imbiondire la cipolla tritata in metà burro e aggiungete il riso. Dopo qualche minuto, versate il brodo bollente, fate cuocere a piccolo bollore e tenetelo al dente. Controllate il sale e aggiungetene se necessario. A cottura ultimata unite il resto del burro e il parmigiano.
Se volete, potete coprire il risotto con fettine di tartufo prima di adagiarvi le quaglie: è più raffinato, certo, e si amalgama bene ai sapori pur senza coprirli.
Mettete il risotto in una pirofila, disponetevi sopra le quaglie; versatevi la salsa preparata. Infornate per qualche minuto e servite caldissimo.

Note:

A piacere questo risotto può essere condito e presentato in modi diversi. Se aggiungete una bustina di zafferano avrete il risotto giallo. Potete metterlo in uno stampo da budino perché ne prenda la forma e, rovesciato, servirlo coperto di salsa di pomodoro e contornato di pisellini. Potete guarnirlo con punte di asparagi al burro, di spicchi di carciofi lessati e passati al burro, di funghi al funghetto o tartufo a fettine.

Informazioni utili

Tag: