Ricetta agnello con le melanzane

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

DUE ORE CIRCA

PER PORZIONE:

CALORIE 490

PREPARAZIONE

Mettete in un tegame a freddo l’agnello con olio, pancetta e aglio, spolverizzate di sale e pepe e fate rosolare a fiamma media.

Affettate intanto le melanzane per il lungo in modo da ottenere delle belle fette non troppo sottili, salatele e mettetele tra due piatti inclinati a scolare per far perdere loro il liquido vegetale.

Ora lavatele, asciugatele bene una per una e friggetele nell’olio bollente. Abbassate la fiamma sotto il tegame dell’agnello e versate poco alla volta il vino, voltando la carne perché non si attacchi.

Sgocciolate le melanzane dall’unto eccedente e, quando l’agnello sarà cotto, mescolatelo con le fette di melanzana fritte, unite abbondante prezzemolo tritato e spegnete il fuoco.

Lasciate incoperchiato per altri dieci minuti, poi servite subito dando un’ultima rimescolata.

DOSI PER 4 PERSONE:

INGREDIENTI

1 kg. e mezzo di agnello a pezzi (nella parte della spalla e del petto)

5 melanzane

2 bicchieri di vino rosso leggero

100 g. di pancetta tritata

aglio – prezzemolo

olio – sale – pepe

VINI CONSIGLIATI

ALTO ADIGE PINOT NERO RISERVA

TRENTINO PINOT NERO RISERVA

CONTROGUERRA CABERNET

ALTO ADIGE PINOT NERO RISERVA

Aree di produzione: Trentino pr. BZ – affinamento: 2 anni obbligatori quindi fino a 4 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: CARNI ROSSE SELVAGGINA – colore: rubino con sfumature arancioni se invecchiato – odore: gradevole tipico etereo – vitigni: pinot nero (95%-100%) – sapore: asciutto morbido pieno con retrogusto amarognolo armonico asciutto – gradazione alcolica minima 11,5°.

TRENTINO PINOT NERO RISERVA

Aree di produzione: Trentino pr. TN – affinamento: 2 anni obbligatori quindi fino a 4 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: CARNE – colore: rubino più o meno intenso – odore: delicato gradevole tipico – vitigni: pinot nero (85%-100%) – sapore: piacevolmente amarognolo con sentore di legno asciutto – gradazione alcolica minima 12°.

CONTROGUERRA CABERNET

Aree di produzione: Piemonte, vari comuni – i Bastia, Belvedere Langhe, Clavesana, Ciglié, Dogliani, Farigliano, Monchiero, Rocca di Ciglié ed in parte dal territorio dei comuni di Roddino e Somano, in provincia di Cuneo – affinamento: fino a 5 anni e oltre – caratteristiche: tranquillo asciutto – abbinamento consigliato: SI SPOSA IN PARTICOLARE CON I PIATTI TIPICI E CON CIBI ABBASTANZA ROBUSTI – colore: rosso rubino pieno – odore: intenso di fiori e frutti freschi, come la mora e la ciliegia selvatica, ampio e suadente, fine ed elegante di aromi. – vitigni: Dolcetto 100% – sapore: secco, deciso, armonico, piacevole per quel suo retrogusto finemente mandorlato, fragrante, armonico, invitante sempre, la cui moderata acidità regala un tocco di singolare vivacità – gradazione alcolica minima 13°.