Ricetta anatra con le rape

Pietanza di carne

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

UN’ORA E MEZZA

PER PORZIONE:

CALORIE 770

PREPARAZIONE

Legate l’anatra dopo averla ben lavata, immergetela per 5 minuti in acqua bollente, scolatela e immergetela in acqua fredda.

Tritate finissimi insieme la carota, la cipolla e la pancetta e fate rosolare questo trito per qualche minuto con metà del burro e due cucchiaiate d’olio. Unite l’anatra e fatela dorare molto bene, poi continuate la cottura aggiungendo del brodo.

Nel frattempo pulite le rape, tagliatele a spicchi, immergetela in acqua bollente per qualche minuti e poi unitele all’anatra a metà cottura circa.

Fate sciogliere il rimanente burro, aggiungetevi la farina e mescolate bene, poi versate il brodo e continuate a mescolare, lasciando bollire per qualche minuto.

Unite all’anatra mezze bicchiere di Marsala, fate evaporare, quindi toglietela da recipiente e tagliatela.

Passate al setaccio il sugo di cottura e rimettetelo nel recipiente ed unite la salsa preparata prima; amalgamate bene e, se necessario salate.

Mettete infine nel recipiente i pezzi d’anatra e le rape e lasciate insaporire a fuoco basso per una decina di minuti.

Accomodate anatra e rape sul piatto di portata riscaldato e bagnate con il sughetto.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTTI PER 4 PERSONE:

un’ anatra di circa un kg.

800 g. di rape

300 g. di brodo di carne

50 g. di burro

50 g. di pancetta

30 g. di farina bianca

carota – cipolla – olio – sale

½ bicchiere di marsala

VINI CONSIGLIATI

GARDA CLASSICO GROPPELLO RISERVA

BARDOLINO CHIARETTO

GARDA CLASSICO GROPPELLO RISERVA

Aree di produzione: Lombardia provincia BS – affinamento: 2 anni obbligatori (in botti di legno) quindi fino a 4 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: CARNI ROSSE, SELVAGGINA – colore: rosso rubino brillante – odore: vinoso fresco fruttato tipico con leggero sentore di legno – vitigni: groppello (85%-100%) – sapore: vellutato sapido con fondo mandorlato asciutto – gradazione alcolica minima 12°.

BARDOLINO CHIARETTO

Aree di produzione: Veneto provincia VR (zone di antica tradizione) – affinamento: fino a 2 anni caratteristiche: fermo o leggermente frizzante – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO – colore: rosa al granato con l’invecchiamento – odore: vinoso con leggero profumo delicato – vitigni: corvina veronese (35%-65%) rondinella (10%-40%) molinara (10%-20%) negrara (0-10%) eventualmente barbera e/o rossignola e/o sangiovese e/o garganega (0-10%) – sapore: asciutto sapido leggermente amarognolo armonico sottile – gradazione alcolica minima 10,5°.