Ricetta anguilla in umido

Pietanza di pesce

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

UN’ORA CIRCA

PER PORZIONE:

APPORTO NUTRIZIONALE ALTO

PREPARAZIONE

Spellate l’anguilla, pulitela, tagliatela a tronchetti un po’ grossi.

Fate soffriggere nell’olio scaldato la cipolla e l’aglio tritati con un po’ di prezzemolo, aggiungete la polpa di pomodoro o i pelati, regolate di sale e di pepe e fate cuocere la salsa per una decina di minuti.

Trascorso questo tempo è giunto il momento di aggiungere l’anguilla, lasciatela insaporire per qualche minuto, poi bagnatela con il vino bianco secco (se preferite potete usare anche quello rosso).

Continuate la cottura a fuoco molto basso per circa quaranta minuti aggiungendo, se occorre, un po’ d’acqua.

Poco prima che l’anguilla sia cotta cospargetela di prezzemolo tritato. Servite in tavola nello stesso recipiente di cottura.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

1 anguilla di almeno un kg

3 cucchiai d’olio

cipolla – prezzemolo

aglio – sale – pepe

700 g. di pomodori maturi o pelati

½ bicchiere di vino bianco secco (o rosso robusto)

VINI CONSIGLIATI

ALTO ADIGE VALLE ISARCO TRAMINER AROMATICO

GOLFO DEL TIGULLIO BIANCO FERMO/FRIZZANTE

CAPRI BIANCO (Campania)

ALTO ADIGE VALLE ISARCO TRAMINER AROMATICO

Aree di produzione: Trentino provincia BZ – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: PESCE – colore: giallo molto chiaro con riflessi verdognoli – odore: leggermente aromatico da fino ad intenso – vitigni: traminer aromatico (100%) – sapore: asciutto fresco vellutato aromatico tipico asciutto – gradazione alcolica minima 11°.

GOLFO DEL TIGULLIO BIANCO FERMO/FRIZZANTE

Aree di produzione: Liguria provincia GE – caratteristiche: fermo/frizzante abbinamento -consigliato: PESCE – colore: giallo paglierino più o meno carico – odore: fine, delicato, discretamente persistente – vitigni: bianchetta genovese (85%-100%) altri non aromatici (0-15%) sapore: sapido, pieno, tipico, asciutto – gradazione alcolica minima 10,5°.

CAPRI BIANCO (Campania)

Vino assai famoso prodotto nell’omonima isola e assai apprezzato da Hemingway (ne parla diffusamente nel suo “Addio alle armi”). Si ottiene con uve Greco, Falanghina e Biancolella. Il colore è paglierino chiaro; profumo gradevole, tenue e poco persistente; sapore asciutto e fresco. La gradazione alcolica è di 11° e lo si consiglia con FRUTTI DI MARE, OSTRICHE, FRITTATA ALLA MARINARA, E PIATTI A BASE DI PESCE; SERVIRE FRESCO (6/8°).