Ricetta baccalà alla portoghese

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

2 ORE + AMMOLLO

PER PORZIONE:

CALORIE 660

PREPARAZIONE

Dopo il preliminare di ammollo in acqua di almeno dodici ore, mettete il baccalà in acqua in ebollizione, coprite e cuocete a fuoco moderato per venti minuti circa.

Colate il baccalà, spellatelo, spinatelo, fatelo a pezzi e mettetelo a mollo nel latte lasciandolo circa un’ora.

Nel frattempo affettate finemente le cipolle e fatele rosolare nell’olio a fuoco molto dolce stando attenti non farle scurire troppo, fino quando saranno morbide.

Aggiungete le patate a fettine; fate rosolare un poco e poi aggiungete il baccalà, l’aglio schiacciato, il pepe, l’origano e una grattatina di noce moscata.

Mescolate e passate la teglia in forno per una ventina di minuti.

Al momento di servire cospargete sul baccalà le olive snocciolate e il prezzemolo tritato.

Servite caldissimo.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

1 kg. di baccalà

½ litro di latte

3 o 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

4 cipolle

1 kg. di patate – 1 spicchio di aglio

pepe – origano

prezzemolo – noce moscata

100 g. di olive nere snocciolate

VINI CONSIGLIATI

GRAVINA BIANCO

ALTO ADIGE VALLE ISARCO TRAMINER AROMATICO

CAPRI BIANCO (Campania)

ORVIETO (Umbria)

GRAVINA BIANCO

(amabile/asciutto)

Aree di produzione: Puglia provincia BA – affinamento: fino a 2 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: PESCE – colore: paglierino al verde chiaro – odore: gradevole tipico – vitigni: malvasia del chianti (40%65%) greco di tufo e/o bianco d’Alessandro (35%-60%) bombino bianco e/o trebbiano toscano e/o verdeca (0-10%) – sapore: sapido fresco armonico delicato amabile/asciutto – gradazione alcolica minima 11°.

ALTO ADIGE VALLE ISARCO TRAMINER AROMATICO

Aree di produzione: Trentino provincia BZ – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: PESCE – colore: giallo molto chiaro con riflessi verdognoli – odore: leggermente aromatico da fino ad intenso – vitigni: traminer aromatico (100%) – sapore: asciutto fresco vellutato aromatico tipico asciutto – gradazione alcolica minima 1°.

CAPRI BIANCO (Campania)

Vino assai famoso prodotto nell’omonima isola e assai apprezzato da Hemingway (ne parla diffusamente nel suo “Addio alle armi”). Si ottiene con uve Greco, Falanghina e Biancolella. Il colore è paglierino chiaro; profumo gradevole, tenue e poco persistente; sapore asciutto e fresco. La gradazione alcolica è di 11° e lo si consiglia con frutti di mare, ostriche, frittata alla marinara, e piatti a base di pesce; Servire fresco (6/8°).

ORVIETO (Umbria)

Ecco un altro vino di fama internazionale ottenuto sui verdi colli che circondano il comune di Orvieto, in provincia di Terni: Colore: giallo paglierino dorato; profumo: accentuato e caratteristico; Sapore: secco ma anche rotondo. Gradazione alcolica 12/12,5° e temperatura di servizio 10/12°. Il tipo “secco” è consigliabile con un’infinità di piatti, ma principalmente con pesce di mare e di acqua dolce, mentre l’“abboccato” accompagna minestre, vellutate, gelatine, ecc: