Ricetta baccalà sapore d’estate

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

1 ORA

PER PORZIONE:

CALORIE 965

PREPARAZIONE

Mettete il baccalà, che avrete lasciato a mollo per tutta la notte, in una casseruola, copritelo d’acqua e fatelo lessare per circa una ventina di minuti.

Lavate delle patate novelle e lessatele in una pentola a parte. Una volta cotte sbucciatele e tagliatele a dadini.

Nel frattempo mettete sul tagliere uno spicchio d’aglio e il prezzemolo e tritateli finemente.

Mettete il trito in una terrina, aggiungete olio d’oliva abbondante e il succo di un limone.

Scolate ora il baccalà, fatelo raffreddare, poi tagliatelo a pezzetti.

Mettete il pesce e le patate in una terrina, conditeli con la salsetta, salate, pepate e decorate in superficie con fette di pomodori, ravanelli e funghetti. Lasciate in frigorifero qualche minuto prima di servire.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

800 g. di baccalà

1 spicchio di aglio

400 g. di patate novelle

1 bicchiere d’olio d’oliva

1 mazzetto di prezzemolo

il succo di un limone

2 pomodori ben sodi

6 ravanelli

funghetti sottolio, sale, pepe

VINI CONSIGLIATI

COLLIO GORIZIANO O COLLIO (VENEZIA GIULIA)

CASTEL TAGLIOLO (Piemonte)

CERVETERI BIANCO (Lazio)

CONTROGUERRA BIANCO

COLLIO GORIZIANO O COLLIO (VENEZIA GIULIA)

Derivato da un uvaggio di Ribolla gialla. Tocai e Malvasia, ha un profumo brioso e un sapore asciutto, fresco e vivace, colore paglierino più o meno intenso, profumo neutro, gradazione alcolica di 11/12°. Va servito a 10° circa con piatti di PESCE ed è indicato con i frutti di mare e la trota.

CASTEL TAGLIOLO (Piemonte)

Vino tipico ottenuto con uve Cortese e, in minima parte, con altre uve, si presenta con un colore giallo paglierino e ha un profumo delicato e caratteristico; il sapore è asciutto e fresco; la gradazione alcolica si aggira attorno agli 11°. Servire come vino da tutto pasto e in particolare con antipasti magri, pesci in bianco, rane, lumache e anguille. Temperatura di servizio 10/12° circa.

CERVETERI BIANCO (Lazio)

Ci troviamo, come zona di produzione, nei comuni di Civitavecchia. Tarquinia, Roma e Viterbo. Il colore è giallo paglierino, profumo accentuato, sapore asciutto e leggermente abboccato, armonico, pieno (con un fondo leggero di amaro). La gradazione si aggira attorno agli 11,5/12,5° e va servito a 14° circa. Accompagna un pasto normale ed è consigliato con il PESCE.

CONTROGUERRA BIANCO FRIZZANTE

Aree di produzione: Abruzzo – affinamento: 3 mesi obbligatori – caratteristiche: frizzante – abbinamento consigliato: PESCE – colore: giallo paglierino – odore: fruttato – vitigni: trebbiano toscano (60%-85%) passerina (15%-40%) altre (0-25%) – sapore: asciutto con leggero retrogusto amarognolo – gradazione alcolica minima 10,5°.