Ricetta canestrini alla La Valliére

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA 1 ORA E ½

PER PORZIONE:

CALORIE 700

PREPARAZIONE

Preparate un purè con la ricetta classica e quando si è intiepidito unitevi le uova e una buona manciata di formaggio grattugiato.

Mettete il purè ottenuto come sopra in una sacca di tela da dolci, spremete la sacca e fate uscire delle montagnette di purè direttamente sulla placca del forno coperta con abbondante fogli d’alluminio.

Fate un buco in ogni montagnetta. Intanto in una padellina insaporite le frattaglie, ben pulite con, burro e salvia, bagnate con vino bianco o cognac a piacere e fate cuocere per una decina di minuti in tutto, mescolando molto bene.

Tritate poi le frattaglie, riunitele al sugo di cottura e fate restringere al massimo il sugo.

Ponete due cucchiai di frattaglie con il loro sugo nel buchetto fatto in ogni montagnetta di purè.

Cospargete con un po’ di formaggio grattugiato in sommità e spennellate alla base di ogni montagnetta con il latte.

Chiudete il cartoccio e cuocete per 5 minuti in forno ben caldo.

Se volete facilitarvi, ponete sopra la placca del forno un vassoio con il quale porterete in tavola il cartoccio, da aprire dinnanzi ai commensali. L’aspetto è di grosse meringhe di purè con ripieno.

È una preparazione molto delicata e veramente squisita.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

un purè fatto con 400 g. di patate

3 uova 50 g. di formaggio grattugiato

½ litro di latte

300 g. di frattaglie di vitello (fegato, polmone, cervello)

50 g. di burro

alcune foglioline di salvia

¼ di vino bianco secco o un bicchierino di cognac

VINI CONSIGLIATI

CHIANTI CLASSICO COLLI FIORENTINI

AL DI CORNIA ROSSO RISERVA

CHIANTI CLASSICO COLLI FIORENTINI

Aree di produzione: Toscana – affinamento: obbligatorio fino al 1° giugno dopo la vendemmia quindi fino a 5 anni ed oltre – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: arrosti, carni rosse, selvaggina, formaggi stagionati – colore: rubino vivace al granato con l’invecchiamento – odore: intensamente vinoso intenso anche di mammola fine con l’invecchiamento – vitigni: sangiovese (75%-100%) canaiolo nero (0%-10%) trebbiano toscano e/o malvasia del chianti (0-10%) altre (0-10%) – sapore: asciutto, sapido, armonico, leggermente tannico, morbido, vellutato con l’invecchiamento asciutto – gradazione alcolica minima 12°.

AL DI CORNIA ROSSO RISERVA (zone di produzione)

Aree di produzione: Toscana – affinamento: 3 anni obbligatori quindi fino a 5 anni ed oltre – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: carni rosse, selvaggina, formaggi stagionati – colore: rubino intenso limpido brillante – odore: vinoso delicato – vitigni: sangiovese (70%-100%) canaiolo nero e/o ciliegiolo e/o cabernet sauvignon e/o merlot (0-15% per ciascuno di essi) – sapore: asciutto armonico vellutato di buon corpo asciutto – gradazione alcolica minima 12,5 °.