Ricetta coste alla mediterranea

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

30 MINUTI

PER PORZIONE:

CALORIE 342

PREPARAZIONE

Pulite bene le coste togliendo la parte più dura del gambo, lavate sotto l’acqua corrente e poi lessatele per 15 minuti in acqua bollente salata. Scolatele bene cercando di togliere l’acqua premendole leggermente con le mani. Mettetele poi in una padella e fatele insaporire con appena una noce di burro.

Avrete intanto preparato una béchamel abbastanza fluida che unirete per metà alle coste.

Rigiratele per qualche minuto, poi toglietele dal fuoco.

In una pirofila da forno o in una teglia sistemate la verdura premendola un po’ con la forchetta in modo che rimanga ben schiacciata, coprite con la béchamel rimasta.

A parte battete le uova intere, aggiungete un po’ di peperoncino rosso piccante tritato finissimo, il parmigiano grattugiato e un cucchiaio di pan grattato.

Versate questo composto, che deve essere denso ma non duro, sulle coste in modo che penetri bene anche dai lati e spolverizzate in superficie con ancora un po’ di pan grattato.

Mettete la pirofila in forno caldissimo per 15 minuti in modo che si formi una bella crosta dorata.

Servite calda o tiepida questa preparazione ideale anche come piatto unico.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

1 kg. di coste giovani e fresche

1 tazza di béchamel

1 peperoncino rosso

3 uova intere

pangrattato

100 g. di parmigiano grattugiato

sale

VINI CONSIGLIATI

BRUNELLO DI MONTALCINO (Toscana)

SOLOPACA (Campania)

ORVIETO (Umbria)

BRUNELLO DI MONTALCINO (Toscana)

È uno dei più noti vini toscani prodotto nell’omonimo comune della provincia di Siena. È un vino assai adatto per un lungo invecchiamento. Colore rosso rubino intenso, tendente al granato (appunto con l’invecchiamento); sapore asciutto, caldo, un po’ tannico, robusto e vivace, ma armonico; profumo caratteristico e intenso; gradazione minima 12,5° (con un minimo di quattro anni di invecchiamento in botte). Consigliabile servire a 20/22°.

SOLOPACA (Campania)

Prodotto nella provincia di Benevento, si presenta con un colore giallo paglierino carico,profumo caratteristico, sapore asciutto e leggermente amarognolo, gradi 12. Vino fine da pasto, ottimo per risotti di frutti di mare e pesce alla griglia, per antipasti (servire a 8°). Esiste anche il tipo rosso o rosato di profumo accentuato, sapore asciutto e vellutato, gradi 12 circa.

ORVIETO (Umbria)

Ecco un altro vino di fama internazionale ottenuto sui verdi colli che circondano il comune di Orvieto, in provincia di Terni: Colore: giallo paglierino dorato; profumo:accentuato e caratteristico; sapore: secco ma anche rotondo. Gradazione alcolica 12/12,5° e temperatura di servizio 10/12°. Il tipo “secco” è consigliabile con un’infinità di piatti.