Ricetta dolce zelten

TEMPO DI PREPARAZIONE E COTTURA 180 MINUTI

PREPARAZIONE

Mettete 400 g. di farina in una terrina, unite il lievito di birra sbriciolandolo con le mani e aggiungete il latte tiepido, poco per volta, fino ad avere una pasta morbida.

Fate una palla, incidete a croce la pasta e mettetela a lievitare in una ciotola infarinata in un luogo tiepido.

Preparate la frutta secca: sgusciate e tritate grossolanamente le noci, sbucciate le mandorle avendo cura di averle messe prima per qualche attimo in acqua bollente, e tenetene da parte 40 grammi e tritate finemente le restanti.

Tagliate a fettine sottilissime i fichi e il cedro.

Fate rinvenire l’uva sultanina in acqua tiepida, unite il maraschino a tutta la frutta e lasciate in infusione per circa un’ora.

Quando la pasta sarà raddoppiata di volume, lavoratela ancora lavorandola con altra farina e se necessario con altro late tiepido, poi rimettetela a lievitare, sempre coperta, in una ciotola infarinata.

Ora lavorate il burro che avrete lasciato a temperatura ambiente, unite i tuorli d’uovo uno alla volta e lo zucchero.

Rovesciate di nuovo la pasta sulla spianatoia infarinata e aggiungetevi la crema di burro, un pizzico di sale, il resto del latte e metà della farina. Fate ancora una palla e rimettetela a lievitare.

Mettete la farina rimasta sulla spianatoia, unire la scorza delle arance, la frutta che era a macerare nel maraschino e amalgamate il tutto alla pasta lievitata.

Lavorate in modo energico e a lungo la pasta. Finita questa operazione dividete la pasta in tre parti e dategli una forma ovale.

Mettete sugli “zelten” le mandorle tenute da parte e fateli lievitare ancora. Quando sono pronti spennellateli con il tuorlo sbattuto e metteteli in forno già caldo a 200 gradi per circa 45 minuti.

È un dolce a lunga conservazione, se tenuto ben chiuso in un contenitore, e si può impiegare come “dolce di salvataggio” quando arrivano ospiti improvvisi.

DOSI PER 6 PERSONE

INGREDIENTI

1 kg e 250 grammi di farina bianca

60 g. di lievito di birra – ½ litro di latte

500 g. di noci intere – 200 g. di mandorle

160 g. di fichi secchi – 160 g. di cedro

160 g. di uva sultanina – 2 bicchieri di maraschino

160 g. di burro – 3 uova

160 g. di zucchero semolato – 2 arance – 1 pizzico di sale

VINI CONSIGLIATI

FRIULI ISONZO MOSCATO ROSA SPUMANTE

VERMENTINO DI SARDEGNA SPUMANTE

MOSCATO DI SARDEGNA SPUMANTE

FRIULI ISONZO MOSCATO ROSA SPUMANTE (demisec/dolce)

Aree di produzione: Friuli Venezia Giulia provincia GO – caratteristiche: spumante – abbinamento consigliato: FINE PASTO – colore: rosato o giallo oro al rosa – odore: tipico e aromatico – vitigni: moscato rosa (100%) – sapore: aromatico tranquillo amabile/dolce – gradazione alcolica minima 11°.

VERMENTINO DI SARDEGNA SPUMANTE (asciutto/amabile)

Aree di produzione: Sardegna provincia CA/OR/NU/SS – caratteristiche: spumante – abbinamento consigliato: APERITIVO TUTTO PASTO (ASCIUTTO) DESSERT (DOLCE) – colore:dal bianco carta al giallo paglierino – odore: delicato gradevole tipico – vitigni: vermentino (85%-100%) – sapore: sapido fresco acidulo con retrogusto amarognolo asciutto/amabile – gradazione alcolica minima 10+1°.

MOSCATO DI SARDEGNA SPUMANTE

Aree di produzione: Sardegna provincia CA/OR/NU/SS – affinamento: fino a 2-3 anni – caratteristiche: spumante – abbinamento consigliato: DESSERT – colore: giallo paglierino brillante – odore: delicato aromatico tipico – vitigni: moscato bianco (100%) – sapore: delicato fruttato tipico dolce – gradazione alcolica minima 11,5°.