Ricetta finta zuppa di pesce

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

½ ORA CIRCA

PER PORZIONE:

CALORIE 373

PREPARAZIONE

Più comunemente e con ironia prettamente partenopea questa minestra viene chiamata zuppa di pesci “a mare”; infatti si tratta di una zuppa che di pesce ha solo il sapore mentre i pesci veri sono rimasti “a mare” e nella preparazione non entrano per niente.

Mettete l’aglio nell’olio e fatelo rosolare su fuoco molto tenue.

Quando l’aglio sarà ben colorito senza tuttavia annerire, gettatelo e aggiungete all’olio le acciughe dissalate, spinate e tritate e una cucchiaiata di prezzemolo pure tritato.

Subito dopo unite la conserva di pomodoro e cinque o sei scodelle di acqua.

Lasciate sobbollire fino a che si sarà tutto ben amalgamato, poi condite con sale e abbondante pepata.

Nel frattempo avrete messo a mollo uno sfilatino; colatelo, strizzatelo con le mani quanto più vi è possibile, tritatelo finemente e incorporate a questa poltiglia qualche cucchiaio di sugo, stemperando bene con un cucchiaio di legno.

Travasate poi il tutto nella pentola, poco alla volta; sempre mescolando perché non si formino grumi, lasciate bollire a fuoco bassissimo ancora qualche minuto sino a che la salsa si sarà addensata.

Fate a fette gli altri sfilatini, passateli in forno a tostare, strofinateli di aglio, distribuiteli nelle scodelle e versateci sopra la zuppa bollente. Rifinite ogni scodella con un pizzico di prezzemolo tritato.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

½ bicchiere di olio

2 spicchi d’aglio

100 g. di acciughe

2 cucchiai di conserva di pomodoro

3 sfilatini di pane

prezzemolo – sale – pepe

VINI CONSIGLIATI

CANDIA DEI COLLI APUANI

COLLI DELL’ETRURIA CENTRALE BIANCO

TERRE DI FRANCIACORTA ROSSO

CANDIA DEI COLLI APUANI

Aree di produzione: Toscana – caratteristiche: fermo/frizzante – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO – colore: giallo paglierino – odore: delicato intenso tipico leggermente aromatico – vitigni: vermentino (70%-80%) albarola (10%-20%) trebbiano toscano e/o malvasia nera (0-20% con max 5% malvasia) – sapore: asciutto morbido pieno fruttato con retrogusto amarognolo, asciutto/amabile/abboccato – gradazione alcolica minima 11,5°.

COLLI DELL’ETRURIA CENTRALE BIANCO

Aree di produzione: Toscana – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO – colore: paglierino con riflessi verdognoli – odore: delicato fruttato – vitigni: trebbiano toscano (min 50%) malvasia del chianti e/o pinot bianco e/o pinot grigio e/o chardonnay e/o vernaccia san gimignano e/o sauvignon (max 50%) altre (0-25%) – sapore: sapido, fresco, armonico, asciutto – gradazione alcolica minima 10°.

TERRE DI FRANCIACORTA ROSSO

Aree di produzione: Lombardia provincia BS – affinamento: fino a 4-5 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO – colore: rosso vivo con riflessi violacei se giovane – odore: fruttato erbaceo tipico – vitigni: cabernet sauvignon e cabernet franc (25%-70%) barbera (10%-55%) merlot (10%-55%) altri non aromatici (0%-10%) – sapore: di medio corpo vinoso armonico asciutto – gradazione alcolica minima 11°.