Ricetta formenton del Trentino

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA 1 ORA E ½

PER PORZIONE:

CALORIE 1.150

PREPARAZIONE

Questa specialità del Trentino prende anche il nome di “smacafam” poiché, come il nome promette, distrugge la fame.

Intridete la farina di grano saraceno con un abbondante litro di brodo non sgrassato o, in mancanza di questo, con acqua in cui avrete sciolto estratto di carne e un pezzo di burro.

Salate, pepate e lavorate bene il composto perché non si formino grumi. Mettete in padella il latte e il salame dopo averli fatti a dadini e lasciateli soffriggere ma non rinsecchire; quando saranno pronti versateli nella pappetta e stendete il tutto in tortiera di rame o di ferro in cui avrete fatto sciogliere il burro o ancora meglio, strutto o lardo pestato.

Disponetevi sopra i tronchetti di salsiccia creando un effetto decorativo. Mettete in forno a calore medio e lasciate fino a che, sulla superficie, si sarà formata una bella crosta bruno dorata (questo avverrà in circa un’ora). Servitelo come primo o come contorno a un piatto di brasato.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

½ kg. di farina di grano saraceno (è quella farina di colore grigiastro che si usa per fare i pizzoccheri)

brodo

100 g. di lardo

150 g. di salame

50 g. di burro

300 g. di salsiccia fresca (luganega)

VINI CONSIGLIATI

BUTTAFUOCO DELL’ OLTREPÒ PAVESE (Lombardia)

MERLOT PRAMAGGIORE (Veneto)

TARQUINIA ROSATO

BUTTAFUOCO DELL’ OLTREPÒ PAVESE (Lombardia)

Caratteristico vino lombardo, assai richiesto dagli appassionanti consumatori locali, viene prodotto nei comuni di Voghera e Canneto Pavese. Ha una colorazione rossa intensa, profumo di mandorla e violetta. Altre caratteristiche: sapore asciutto, sapido e armonico; gradazione alcolica variante tra 11,5 e 13° (quando è ben invecchiato). Ovviamente bene si adatta con la cucina locale, con i piatti tipici dell’Oltrepò Pavese tipo risotti con fegatini e salsiccia, oppure con pastasciutta con condimento a base di carne, con lessi, stracotti e brasati. Va servito a 18/20°.

MERLOT PRAMAGGIORE (Veneto)

La zona di produzione comprende in tutto o in parte 11 comuni in provincia di Venezia, sei comuni in provincia di Pordenone, tre comuni in provincia di Treviso. Colore: rosso rubino se giovane, tendente al granato con l’invecchiamento; profumo: vinoso piuttosto intenso; sapore: asciutto, giustamente tannico, di corpo, gradevole, caratteristico; gradazione alcolica 11,5 /13°, Temperatura di servizio 18/20°. Servire con arrosti di carni bianche e rosse (se invecchiato), pollame e cacciagione (sempre se ben invecchiato).

TARQUINIA ROSATO

Aree di produzione: Lazio provincia VT – affinamento: fino a 2 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO – colore: rubino più o meno intenso intenso – odore: vinoso – vitigni: montepulciano e sangiovese (min 60% con minimo 25% per ciascun vitigno) cesanese comune (max 25%) altre (0- 30%) – sapore: sapido armonico di giusto corpo asciutto, amabile – gradazione alcolica minima 10,5°.