Ricetta fusilli con le seppioline

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

40 MINUTI CIRCA

PER PORZIONE:

CALORIE 780

PREPARAZIONE:

Preparate le seppioline, lavatele, asciugatele e tagliate le sacche a striscioline e i tentacoli a pezzetti.

Tritate gli scalogni e l’aglio e fateli appassire nel burro e l’olio, unite il sedano tritato finemente, mescolate bene e lasciate insaporire per qualche minuto su fuoco basso e aggiungete le seppioline.

Fate rosolare per tre minuti, salate, pepate e irrorate con il vino bianco secco, fatelo evaporare e poi aggiungete 2 dl. di acqua bollente e il dado sbriciolato.

Coprite e fate cuocere a fuoco basso per una ventina di minuti, non di più altrimenti le seppioline diventano dure.

Cuocete i fusilli in acqua bollente salata e scolateli al dente.

Ora versate i fusilli nella padella delle seppioline, unite la panna e fate saltare il tutto per un minuto a fuoco vivace.

Cospargete con il prezzemolo tritato e la scorza del limone grattato, profumate con pepe macinato al momento e noce moscata.

Servite caldo.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

500 g. di seppioline

200 g. di cuoce di sedano bianco

2 scalogni

1 spicchio d’aglio

20 g. di burro

2 cucchiai di olio

½ dado di brodo

350 g. di fusilli

1 dl – di panna

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

1 limone – noce moscata

sale – pepe

VINI CONSIGLIATI

ISCHIA BIANCO (Campania)

CORVO BIANCO (Sicilia)

ORVIETO (Umbria)

ISCHIA BIANCO (Campania)

Vino tipico dell’omonima isola, si presenta con un colore paglierino dorato, profumo vinoso delicato, sapore asciutto, di giusto corpo, armonico; gradazione alcolica 11°. Adatto con ANTIPASTI, PESCE ALLA GRIGLIA, FRITTI DI PESCE, CROSTACEI. Servire a 10°. Il tipo “superiore” è adatto con frutti di mare, zuppe di pesce.

CORVO BIANCO (Sicilia)

Considerato un vino superiore da PESCE E DA ANTIPASTO (lo si abbina con triglie e caciucco alla livornese, branzino al forno, foie gras e terrine, champignon saltati alla crema). Colore giallo paglierino brillante, profumo armonico e gradevole, sapore asciutto, gradazione attorno ai 12,5° (servire a 12° circa).

ORVIETO (Umbria)

Ecco un altro vino di fama internazionale ottenuto sui verdi colli che circondano il comune di Orvieto, in provincia di Terni: Colore: giallo paglierino dorato; profumo:accentuato e caratteristico; Sapore: secco ma anche rotondo. Gradazione alcolica 12/12,5° e temperatura di servizio 10/12°. il tipo “secco” è consigliabile con un’infinità di piatti, ma principalmente con PESCE DI MARE E DI ACQUA DOLCE.