Linzertorte, il dolce del natale austriaco

Anna Carbone 19 novembre 2012
Tempo totale:
1 ore 75 minuti
Difficoltà:
Media
Ingredienti per 6 persone:
  • 300 g. di farina bianca
  • 150 g. di zucchero semolato
  • un cucchiaio di zucchero vanigliato
  • un pizzico di sale
  • un dl. di acqua
  • un cucchiaino di cannella in polvere
  • un uovo e un tuorlo
  • 120 g. di burro
  • 6 gocce di aroma alla mandorla
  • 180 g. di mandorle tritate fini
  • 6 cucchiai di marmellata di ciliege
  • un cucchiaio di latte

E’ la ricetta più antica al mondo questa della torta di Linz che prende il nome dalla città austriaca in cui fu inventata.

Famosa per il suo particolare disegno reticolato, è un dolce tipico delle feste  austriache, tirolesi e tedesche.

I suoi semplici ingredienti la rendono la perfetta torta fatta in casa per un Natale decisamente originale.

Preparazione:

Setacciate la farina e il lievito sul piano di lavoro. Fate un buco nel centro della montagnetta e metteteci lo zucchero semolato, lo zucchero vanigliato, il sale, l'acqua, la cannella, l'uovo intero, il burro a pezzetti, l'aroma alle mandorle e le mandorle macinate.
Impastate rapidamente con la punta delle dita, partendo dal centro e incorporando man mano tutta la farina.

Avvolgete la pasta in una pellicola trasparente e mettetela in frigorifero per circa un'ora.
Stendete la metà della pasta in un disco di ventidue centimetri di diametro (quello classico per le crostate) e adagiatela sul fondo imburrato di uno stampo della stessa misura.
Stendete anche la restante pasta e tagliatela a strisce con una rotellina per ravioli in modo da ottenere bordi frastagliati.

Spalmate sulla superficie della pasta la marmellata, lasciando libero un centimetro vicino al bordo, e disponete le strisce a forma di grata sulla marmellata.
Appoggiate l'ultima striscia di pasta tutt'intorno al bordo del dolce premendo dolcemente per farla aderire.
Sbattete il tuorlo restante con il cucchiaio di latte, spennellate le strisce di pasta e mettete il dolce in forno preriscaldato a 180 gradi per una quarantina di minuti.

Note:

VINI CONSIGLIATI:

CANNONAU DI SARDEGNA LIQUOROSO (asciutto/dolce naturale)
Aree di produzione: Sardegna provincia CA/OR/NU/SS - affinamento: 1 anno obbligatorio quindi fino a 10 anni ed oltre - caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: DESSERT,MEDITAZIONE - colore: rubino più o meno intenso all'aranciato con l'invecchiamento - odore: tipico gradevole - vitigni: cannonau (90%-100%) - sapore: sapido tipico asciutto/dolce naturale - gradazione alcolica minima 18+max 0,6° (asciutto) 18° +3° (dolce nat.).

GIRÒ DI CAGLIARI LIQUOROSO RISERVA (DOLCE NATURALE/ASCIUTTO)
Aree di produzione: Sardegna provincia CA/OR - affinamento: 2 anni obbligatori quindi fino a 10 anni ed oltre caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: FINE PASTO, MEDITAZIONE, DESSERT - colore: rubino più o meno tenue - odore: delicato con leggero aroma d'uva - vitigni: girò (100%) - sapore: gradevole caldo vellutato dolce/asciutto - gradazione alcolica minima 17,5+2°.

BIANCO DELLA VALDINIEVOLE VIN SANTO (asciutto/dolce/amabile)
Aree di produzione: Toscana - affinamento: 3 anni obbligatori quindi fino a 5 ed oltre - caratteristiche: frizzante - abbinamento consigliato: FUORI PASTO E MEDITAZIONE, DESSERT - colore: dal paglierino all'ambrato più o meno fulvo - odore: etereo intenso tipico - vitigni: trebbiano toscano (70%-100%) malvasia del chianti e/o canaiolo bianco e/o vermentino (0%-25%) altre (0-5%) - sapore: armonico morbido con retrogusto amarognolo tipico asciutto/dolce/amabile - gradazione alcolica minima 12+5° (dolce) 13+4° (semiasciutto) 14+3° (asciutto).

APPORTO NUTRIZIONALE MEDIO PER PORZIONE.

Informazioni utili