Ricetta misto verdure colorate

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

1 ORA E MEZZA

PER PORZIONE:

CALORIE 100

PREPARAZIONE

Lavate, mondate dai semi e tagliate a striscioline i peperoni verdi e quelli gialli tenendoli però divisi; pulite le cipolle e riducetele ad anelli sottili; fate a listarelle le melanzane e così pure le zucchine; tagliate in due i pomodori, togliete loro i semi e l’acqua e poi riduceteli in tanti spicchietti.

Con le verdure così preparate riempite ora una teglia che possa andare in tavola facendo tante strisce (non strati) di verdure, una per qualità, cercando di alternare i colori. Ad esempio: la prima striscia di cipolle, la seconda di peperoni verdi, la terza di zucchine, poi una di pomodori, la quinta di melanzane e infine quella di peperoni gialli.

Per la buona riuscita del piatto non è necessario che vi siano tutte queste verdure: bisogna però tenere presente l’effetto cromatico e cercare di avere almeno tre colori diversi.

Salate, pepate, bagnate con un filo d’olio extravergine, coprite con un foglio di alluminio che salderete bene attorno al bordo della teglia e poi mettete in forno a temperatura dolce per circa un’ora. A metà cottura controllate ed alzate un po’ la gradazione o aggiungete un goccio d’olio se stesse seccando troppo.

A cottura ultima le verdure devono apparire asciutte ma non secche.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

1 peperone giallo

1 peperone verde

2 cipolle

2 zucchine

1 melanzana

4 pomodori perini

sale – pepe – olio

VINI CONSIGLIATI

COLLI MARTANI GRECHETTO (anche di Todi)

BARDOLINO SUPERIORE

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA

COLLI MARTANI GRECHETTO (anche di Todi)

(asciutto/abboccato)

Aree di produzione: Umbria – affinamento: anche nel secondo anno (di Todi) – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: PASTO LEGERO – colore: giallo paglierino – odore: leggermente vinoso delicato tipico – vitigni: grechetto (85%-100% ) trebbiano toscano e/o trebbiano spoletino e/o malvasia bianca del chianti e/o malvasia bianca di candia e/o garganega e/o verdicchio (0-15%) – sapore: vellutato con retrogusto leggermente amarognolo fruttato tipico armonico – asciutto/abboccato – grad. alcolica min. 11,5 – 12° (di Todi).

BARDOLINO SUPERIORE

Aree di produzione: Veneto provincia VR (zone di antica tradizione) – affinamento: 1 anno obbligatorio quindi fino a 3 anni – caratteristiche: fermo o leggermente frizzante – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO, CARNI BIANCHE – colore: rubino chiaro al cerasuolo e al granato con l’invecchiamento – odore: vinoso con leggero profumo delicato – vitigni: corvina veronese (35%-65%) rondinella (10%-40%) molinara (10%-20%) negrara (0-10%) eventualmente barbera e/o rossignola e/o sangiovese e/o garganega (0-10%) – sapore: asciutto sapido leggermente amarognolo armonico sottile – gradazione alcolica minima 11,5°.

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA

Aree di produzione: Veneto Comprende 19 comuni della fascia settentrionale della provincia di Verona, da est a ovest – affinamento: fino a 2-3 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: FINE PASTO, PASTO LEGGERO – colore: rubino intenso – odore: vitigni: Corvina Veronese 45%-95%, ammesso Corvinone max 50% in sostituzione della Corvina; Rondinella 5%-30%, ammessi altri vitigni a bacca rossa non aromatici provincia di Verona max 15%, altri vitigni autoctoni a bacca rossa max 10% – sapore: vellutato armonico di corpo amabile/dolce.