Risotto alla Radetzky con gorgonzola e formaggio fondente

Anna Carbone 19 novembre 2012
Tempo totale:
40 minuti
Difficoltà:
Media
Ingredienti per 4 persone:
  • 50 g. di burro
  • 1 cipollina
  • 350 g. di riso
  • 30 g. di midollo di bue
  • ½ litro di brodo
  • ½ litro di Barolo
  • 200 g. di pisellini
  • 100 g. di rigaglie di pollo
  • 50 g. di funghi secchi
  • sale – pepe
  • formaggio fondente - burro
  • 1 tazza di besciamella
  • 100 g. di gorgonzola

Questa pietanza prende il nome dal “terribile” maresciallo che i milanesi affrontarono durante le Cinque Giornate. Pare che oltre a dedicarsi alla vita militare Josef Radetzky si occupasse anche della buona tavola. Al suo nome sono legati infatti alcuni dei piatti simbolo della cucina Lombarda, tra cui la famosa cotoletta alla milanese. A lui è dedicato questo risotto che, non a caso, ha tra gli ingredienti principali il Barolo e il formaggio Gorgonzola.

Preparazione:

Sciogliete il burro in una pentola e unitevi la cipollina tritata, fate rosolare tutto il riso in questo condimento e unitevi il midollo di bue sminuzzato, poi man mano bagnate con il brodo tirando a metà cottura. Unite a questo punto i piselli sgranati, i funghi ben puliti, le rigaglie di pollo e proseguite regolando di sale e pepe e bagnando con il Barolo. Tenete il riso molto al dente, fermate la cottura e ungete una pirofila. Fatevi scivolare tutto il riso, coprite in superficie con le fettine di formaggio fondente e infiocchettate la preparazione di burro.
Mettete in forno caldo finché si sarà formata una crosticina dorata in superficie.

Intanto preparate la salsa di accompagnamento:
in una tazza di besciamella incorporate una manciata di funghi (circa 20 grammi di funghi secchi ben puliti) e il gorgonzola a dadini.
Mescolate e scaldate a bagnomaria finché la salsa sarà omogenea, poi ponetela in caldo. Servite il risotto gratinato con questa salsa di accompagnamento.

Note:

VINI CONSIGLIATI:

BAROLO RISERVA
Aree di produzione: Piemonte pr. CN - affinamento: 5 anni obbligatori di cui 2 in botti di rovere o castagno quindi fino a 10 anni ed oltre caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: carni rosse selvaggina formaggi stagionati - colore: rosso granato con riflessi aranciati - odore: intenso tipico etereo gradevole - vitigni: nebbiolo (michet, lampia, rosé) (100%) - sapore: asciutto pieno robusto austero ma vellutato armonico asciutto - grad. alcolica min.13°.

ALTO ADIGE PINOT NERO RISERVA
Aree di produzione: Trentino pr. BZ - affinamento: 2 anni obbligatori quindi fino a 4 anni - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: CARNI ROSSE SELVAGGINA - colore: rubino con sfumature arancioni se invecchiato - odore: gradevole tipico etereo - vitigni: pinot nero (95%-100%) - sapore: asciutto morbido pieno con retrogusto amarognolo armonico asciutto - gradazione alcolica minima 11,5°.

CONTROGUERRA CABERNET
Aree di produzione: Piemonte, vari comuni - i Bastia, Belvedere Langhe, Clavesana, Ciglié, Dogliani, Farigliano, Monchiero, Rocca di Ciglié ed in parte dal territorio dei comuni di Roddino e Somano, in provincia di Cuneo - affinamento: fino a 5 anni e oltre - caratteristiche: tranquillo asciutto - abbinamento consigliato: SI SPOSA IN PARTICOLARE CON I PIATTI TIPICI E CON CIBI ABBASTANZA ROBUSTI - colore: rosso rubino pieno – odore: intenso di fiori e frutti freschi, come la mora e la ciliegia selvatica, ampio e suadente, fine ed elegante di aromi. - vitigni: Dolcetto 100% - sapore: secco, deciso, armonico, piacevole per quel suo retrogusto finemente mandorlato, fragrante, armonico, invitante sempre, la cui moderata acidità regala un tocco di singolare vivacità - gradazione alcolica minima 13°.

667 CALORIE PER PORZIONE.

Informazioni utili

Tag: