Ricetta roastbeef aromatico in crosta di sale: TEMPO DI PREPARAZIONE 10 MINUTI – TEMPO DI COTTURA 30 MINUTI

PER PORZIONE

CALORIE: 180

PROTEINE: 25 g.

GRASSI: 9 g.

CARBOIDRATI: 1 g.

PREPARAZIONE

Nettate il rosmarino, le foglie di salvia, le foglioline di timo e di maggiorana. Tritate tutte le erbe insieme all’aglio.

Private il roastbeef del grasso visibile, praticate delle piccole incisioni nel pezzo di carne con un coltello appuntito, riempitele con un pizzico di trito aromatico.

Pennellate la carne con l’olio.

Prendete una teglia di terracotta, foderatela con un foglio di carta da forno, ricoprite il fondo con un chilogrammo di sale.

Adagiatevi sopra la carne, ricoprite con il sale rimasto, inumidite con un po’ di acqua, fate cuocere in forno a 200 gradi per circa 30 minuti.

Trascorso questo tempo, togliete la teglia dal forno, attendete 20 minuti prima di rompere la crosta di sale.

Ora tagliate la carne a fette sottili e ponetele su un piatto di portata, contornatele con spicchi di limone e spinaci passati in padella.

CONSIGLIO: potete conservare la carne in frigo condita con le erbe aromatiche e l’olio, cruda, avvolta in una pellicola trasparente. In questo modo prenderà più sapore; potete poi cuocerla al momento. Oppure, cotta, riscaldarla in forno a microonde, prima di servirla.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

500 g. di roastbeef in un pezzo solo

2 kg. di sale – 20 g. d’olio d’oliva

1 rametto di rosmarino – 1 rametto di timo fresco

1 rametto di maggiorana – 1 spicchio d’aglio – alcune foglie salvia

VINI CONSIGLIATI

CAREMA (Piemonte) – CORVO ROSSO (Sicilia) – BRUNELLO DI MONTALCINO (Toscana)

CAREMA (Piemonte)

Vino di particolare pregio prodotto nella località omonima (nella provincia di Torino), anche se non molto diffuso. Si ottiene con il vitigno base Nebbiolo e ha un colore rosso rubino, non molto vivace, tendente al granato smorzato; profumo caratteristico fine; sapore secco, morbido, vellutato con fondo leggermente amarognolo; gradazione alcolica 12/13°. Si serve a 18/20° con arrosti di carne bianca o rossa ed anche sulla selvaggina quando è ben invecchiata.

CORVO ROSSO (Sicilia)

Vino fra i più delicati e prestigiosi della Sicilia, ha una gradazione di 12,5/13° circa. Di colore rosso rubino acceso, profumo caratteristico, aromatico e generoso, sapore asciutto e corposo. Vino da pasto fine e superiore d’arrosto, va servito a temperatura ambiente (20° circa) anche con le carni bianche in genere.

BRUNELLO DI MONTALCINO (Toscana)

È uno dei più noti vini toscani prodotto nell’omonimo comune della provincia di Siena. È un vino assai adatto per un lungo invecchiamento. Colore rosso rubino intenso, tendente al granato (appunto con l’invecchiamento); sapore asciutto, caldo, un po’ tannico, robusto e vivace, ma armonico; profumo caratteristico e intenso; gradazione minima 12,5° (con un minimo di quattro anni di invecchiamento in botte). Consigliabile (servito a 20/22°) con ARROSTO DI CARNI ROSSE, SELVAGGINA DA PELO (LEPRE, CINGHIALE, ECC).