Ricetta tacchina al melograno

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

2 ORE CIRCA

PER PORZIONE:

CALORIE 915

PREPARAZIONE

Dopo aver lavato e pulito la tacchina avvolgetela con fette di pancetta che legherete con un filo, specie intorno al petto.

Salate e pepate leggermente e mettetela in una teglia da forno con olio e burro; quindi fatela cuocere per un’ora e mezza a fuoco lento, ungendo la tacchinella con il succo che si ottiene schiacciando due melograno, pazientemente liberate dall’involucro, e poi filtrando il liquido attraverso il passino.

A parte, preparate una salsetta con il fegato e le altre frattaglie della tacchina tritate finemente.

Aggiungete il succo di un’altra melograno, olio, sale e fate cuocere a fuco lentissimo in un tegamino, sempre mescolando.

Quando la tacchina è cotta, tagliatela a pezzi e servitela con accompagnamento della squisita salsetta al melograno.

Dove questo piatto è in uso, cioè nel Veneto, specie a Marostica e Bassano, si usa conservare la salsetta al melograno in barattoli.

Se non disponete delle melograno, potete sostituirle con il pompelmo, anche se il risultato sarà un po’ diverso e mancherà il colore granato della salsa.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

1 tacchina giovane di circa 2 kg.

3 melograno

olio

burro

60 g. di pancetta a fettine

sale – pepe

VINI CONSIGLIATI

COLLI DEL TRASIMENO MERLOT RISERVA

MONTEFALCO SAGRANTINO

BARDOLINO SUPERIORE

COLLI DEL TRASIMENO MERLOT RISERVA

Aree di produzione: Umbria – affinamento: 2 anni obbligatori quindi fino a 3-4 anni – caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: VOLATILI, SELVAGGINA – colore: rubino con riflessi violacei al rosso mattone con l’invecchiamento – odore: vinoso gradevole – vitigni: merlot (85%-100% ) – sapore: pieno morbido armonico asciutto – grad. alcolica min. 13°.

MONTEFALCO SAGRANTINO

Aree di produzione: Umbria – affinamento: 30 mesi obbligatori di cui 12 in botti di legno quindi fino a 5 anni – caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: VOLATILI, SELVAGGINA – colore: rubino intenso con riflessi violacei e al granato con l’invecchiamento – odore: delicato tipico che ricorda le more di rovo – vitigni: sagrantino (100%) – sapore: asciutto armonico asciutto – grad. alcolica min. 13°.

BARDOLINO SUPERIORE

Aree di produzione: Veneto provincia VR (zone di antica tradizione) – affinamento: 1 anno obbligatorio quindi fino a 3 anni – caratteristiche: fermo o leggermente frizzante – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO, CARNI BIANCHE – colore: rubino chiaro al cerasuolo e al granato con l’invecchiamento – odore: vinoso con leggero profumo delicato – vitigni: corvina veronese (35%-65%) rondinella (10%-40%) molinara (10%-20%) negrara (0-10%) eventualmente barbera e/o rossignola e/o sangiovese e/o garganega (0-10%) – sapore: asciutto sapido leggermente amarognolo armonico sottile – gradazione alcolica minima 11,5°.