Ricetta tagliatelle alle capesante

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

1 ORA CIRCA

PREPARAZIONE

Abbrustolite i peperoni sulla fiamma, spellateli e tagliateli a pezzettini. Tritate la cipolla con l’aglio e fateli appassire in 10 g. di burro e olio.

Unite i peperoni, salate, pepate e fate stufare per 5 minuti; frullate il tutto con 1 litro di fumetto di pesce che avrete precedentemente preparato in questo modo:lavate molto bene i resti di pesce, spezzateli se è necessario e metteteli in una pentola con le verdure mondate e affettate, 2 due litri di acqua.

Unite una manciata di sale e portate lentamente a bollore, schiumando le impurità in superficie.

Continuate ad eliminare la schiuma, quando non se ne produrrà più, coprite e fate sobbollire per 15 minuti. Unite il vino bianco secco e qualche granello di pepe, e fate cuocere per altri 15 minuti.

Filtrate il fumetto in uno scolapasta protetto da una tela fitta bagnata. Versate in una casseruola, unite la panna e fate sobbollire per 7 – 8 minuti mescolando delicatamente.

Aprite a crudo le capesante, estraete il frutto e mettetele nel restante fumetto di pesce, calcolate 3 minuti di cottura da quando inizia il bollore. Spegnete il fuoco e lasciate le capesante nel loro brodetto.

Ora cuocete le tagliatelle in abbondante acqua bollente salata, scolatele e conditele con la salsa al peperone, 40 g. di burro fuso e il frutto delle capesante e una macinata di pepe.

Guarnite con prezzemolo tritato e servite caldo.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

12 capesante

2 peperoni rossi carnosi

1 cipolla media

2 spicchi di aglio

50 g. di burro

1 cucchiaio di olio

8 dl. di fumetto di pesce

1 dl. di panna

30 g. di tagliatelle fresche (agli spinaci sarebbe ideale)

1 cucchiaio di prezzemolo tritato – sale – pepe

VINI CONSIGLIATI

CAPRI BIANCO (Campania)

PINOT 65 BIANCO “AQUILEIA” ( Venezia Giulia)

GOLFO DEL TIGULLIO BIANCO

CAPRI BIANCO (Campania)

Vino assai famoso prodotto nell’omonima isola e assai apprezzato da Hemingway (ne parla diffusamente nel suo “Addio alle armi”). Si ottiene con uve Greco, Falanghina e Biancolella. Il colore è paglierino chiaro; profumo gradevole, tenue e poco persistente; sapore asciutto e fresco. La gradazione alcolica è di 11° e lo si consiglia con FRUTTI DI MARE, OSTRICHE, FRITTATA ALLA MARINARA, E PIATTI A BASE DI PESCE; SERVIRE FRESCO (6/8°).

PINOT 65 BIANCO “AQUILEIA” ( Venezia Giulia)

Vino prodotto nel comprensorio del comune omonimo: ha colore paglierino chiaro con riflessi verdognoli; profumo leggero, caratteristico; sapore secco, morbido, armonico, elegante; gradazione 11/13°. Viene consigliato come aperitivo e accompagna assai bene i PESCI E I CROSTACEI, ANTIPASTI, MINESTRE E UOVA.

GOLFO DEL TIGULLIO BIANCO FERMO/FRIZZANTE

Aree di produzione: Liguria provincia GE – caratteristiche: fermo/frizzante – abbinamento consigliato: PESCE – colore: giallo paglierino più o meno carico – odore: fine, delicato, discretamente persistente – vitigni: bianchetta genovese (85%-100%) altri non aromatici (0-15%) sapore: sapido, pieno, tipico, asciutto – gradazione alcolica minima 10,5°.