Ricette Natale 2013: tortiglioni al ragù d’anatra, ricetta speciale per un giorno speciale

Anna Carbone 13 dicembre 2013
Tempo di preparazione:
30 minuti
Tempo di cottura:
1 ore 15 minuti
Tempo totale:
1 ore 45 minuti
Difficoltà:
Media
Ingredienti per 6 persone:
  • 1 anatra
  • 500 g di spinaci freschi
  • 300 g di pasta tipo tortiglioni
  • 3 carote
  • 3 cipolle bianche
  • 2 coste di sedano
  • 125 ml di vino bianco
  • 20 g di farina
  • 20 g di olio extravergine di oliva
  • 1 arancia

Un po’ particolare questo piatto unico per i pranzi gioiosi delle festività natalizie, che vedono riunita a tavola tutta la famiglia. I tortiglioni si sposano benissimo con un ragù ricco e gustosissimo preparato con i semplici ingredienti della nostra tradizione culinaria, reso più raffinato dalla finale julienne di arancia. E per esaltarne i sapori perfetto il connubio con il Verdicchio dei Castelli di Jesi, il vino per eccellenza delle Marche, un vino di forte personalità che si abbina anche alle ricette più elaborate. Buon Natale, quindi, e buon appetito…

Preparazione:

Procuratevi l'anatra già disossata per abbreviare i tempi di preparazione. Se invece disponete di un'anatra ancora da preparare seguite il procedimento indicato nelle note.*
Pulite tutte le verdure: lasciate intere 2 carote e 2 cipolle e le coste di sedano, tritate l'altra carota e l'altra cipolla per il soffritto del ragù.
Sminuzzate la polpa dell'anatra e tenetela da parte. Trasferite la carcassa dell'anatra in una pentola con le coste di sedano, 2 cipolle e il cucchiaio di farina. Lasciate tostare per 8 minuti poi sfumate con il vino bianco, alzate la fiamma e fate evaporare l'alcol. Coprite con circa un litro d'acqua, abbassate la fiamma e fate ridurre per circa un'ora. A fine cottura, filtrate il sughetto che si è formato e regolate di sale e pepe.
In una casseruola soffriggete per 3 minuti il trito di aromi, poi aggiungete la polpa d'anatra e cuocete a fiamma bassa per altri 5 minuti; unite il sughetto filtrato e portate a cottura in 10 minuti.
In un'altra pentola, portate a bollore l'acqua e, appena arriva a temperatura, buttate la pasta e cuocete secondo le indicazioni.
A parte sbollentate per 30 secondi le foglie di spinaci, ben pulite e private della costa, immergetele immediatamente in acqua e ghiaccio, quindi scolatele e tenetele da parte.
Pelate l'arancia e riducete la buccia a julienne. Scolate la pasta e conditela con la buccia d'arancia, gli spinaci e il ragù d'anatra.

Note:

Per disossare l'anatra: iniziate con lo spellarla, poi eliminate le ali, il collo e la testa insieme alla pelle. Aiutandovi con un coltello appuntito, staccate la polpa dalla cassa toracica.

Per porzione
Calorie 370

I vini consigliati in alternativa

Squinzano (Puglia)
Prodotto nella provincia di Lecce. È un vino adatto per minestre asciutte, agnello, arrosti di maiale (servire a 18° circa). Ha un colore rosso rubino, profumo vinoso, sapore pieno, gradi 12,5. Esiste anche la qualità “rosato”.

Sangiovese di Romagna (Romagna)
È tra i vini più noti (prodotto nelle provincie di Forlì, Ravenna e Bologna) di questa Regione. Colore: rosso rubino tendente al granato, profumo vinoso con sentore di viola, sapore asciutto con fondo leggermente amarognolo, gradi 11,5/13. Servire a 18° con paste asciutte, pollame, arrosti di carni bianche, ecc.

Matino (Puglia)
Viene prodotto nella provincia di Lecce in due qualità: rosato o rosso. Il tipo rosato: colorazione rosa intenso, profumo leggermente vinoso, sapore secco, caratteristico (gradi 11,5); adatto (a 14/15° di temperatura di servizio) con salumi crudi, verdure lavorate, carni bianche, alla griglia. Il tipo rosso rubino e tendente all’aranciato se ben invecchiato, profumo vinoso, sapore asciutto (gradi 11,5/12°).

Informazioni utili