Stracotto della nonna: ricetta della costata di manzo in brodo vegetale

Anna Carbone 7 dicembre 2012
Tempo totale:
2 ore
Difficoltà:
Media
Ingredienti per 4 persone:
  • 1 kg. di costata di manzo
  • 1 cipolla
  • un mazzetto di prezzemolo
  • un gambo di sedano
  • 1 carota
  • vino bianco secco
  • 1 dado
  • olio - sale
  • pepe - burro

Si tratta di uno stracotto di origine campagnola, antico piatto contadino, per cui la pentola che contiene sugo di brodo e carne di manzo, viene posta al centro della tavola e invita a lunghe bevute e allegre chiacchierate.

Preparazione:

Mettete in una pentola, meglio se di coccio ma a bordi alti, metà olio e metà burro e le verdure tritate, aggiungete la costata di manzo che deve essere disossata oppure avere soltanto un piccolo pezzo della costa. Salate pepate e bagnate con del buon vino bianco molto secco. Aggiungete circa un bicchiere di brodo anche di dado e fate bollire a fuoco vivace fino a quando vino e brodo non saranno completamente assorbiti. Aggiungete ancora brodo in quantità abbondante, chiudete con un coperchio, abbassate la fiamma e fate sobbollire lentamente. Ogni tanto voltate la carne e se necessario aggiungete del brodo. Quando la carne sarà ben cotta, toglietela e mettetela in un piatto a parte. Sul fuoco rimettete la pentola con il sugo che avrete passato, unite ancora un po' di vino bianco e fate ridurre a fuoco bassissimo. Tagliate poi la carne a fette spesse, rimettendola nel sugo di cottura e servite direttamente in tavola.

Note:

204 CALORIE PER PORZIONE.

I VINI CONSIGLIATI:
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO
Aree di produzione: Toscana - affinamento: 2 anni obbligatori in botti di legno quindi fino a 10 anni ed oltre - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: CARNI ROSSE, SELVAGGINA - colore: granato più o meno intenso con riflessi arancioni con l'invecchiamento - odore: delicato di mammola più o meno intenso - vitigni: sangiovese (prugnolo gentile) (60%-80%) canaiolo nero (10%-20%) altri (0-20%) con un 10% max di uve bacca bianca esclusi vitigni aromatici ad eccezione malvasia del Chianti - sapore: asciutto, leggermente tannico - gradazione alcolica minima 12,5°.

COLLINE LUCCHESI ROSSO RISERVA
Aree di produzione: Toscana - affinamento: 2 anni obbligatori quindi fino a 4-5 anni caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: CARNI ROSSE - colore: rubino brillante al granato se invecchiato - odore: gradevole tipico - vitigni: sangiovese (45%-70%) canaiolo nero e/o ciliegiolo (max 30%) merlot (max 15%) altre (0-15% con max 5% aleatico e moscato) - sapore: asciutto armonico morbido vivace se d'annata asciutto - gradazione alcolica minima 11,5°.

CHIANTI CLASSICO COLLI FIORENTINI
Aree di produzione: Toscana - affinamento: obbligatorio fino al 1 giugno dopo la vendemmia quindi fino a 5 anni ed oltre - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: ARROSTI, CARNI ROSSE, SELVAGGINA, FORMAGGI STAGIONATI - colore: rubino vivace al granato con l'invecchiamento - odore: intensamente vinoso intenso anche di mammola fine con l'invecchiamento - vitigni: sangiovese (75%-100%) canaiolo nero (0%-10%) trebbiano toscano e/o malvasia del chianti (0-10%) altre (0-10%) - sapore: asciutto, sapido, armonico, leggermente tannico, morbido, vellutato con l'invecchiamento asciutto - gradazione alcolica minima 12°.

photo credit: Andy Ciordia via photopin cc
http://www.ricettepercucinare.com

Informazioni utili