Torta Mimosa al Maraschino: per la Festa della Donna un dolce speciale rivisitato da Anna

Anna Carbone 3 marzo 2014
Tempo di preparazione:
30 minuti
Tempo di cottura:
45 minuti
Tempo totale:
1 ore 15 minuti
Difficoltà:
Media
Ingredienti per 6 persone:
  • PER IL PAN DI SPAGNA:
  • 6 uova
  • 150 g. di zucchero semolato
  • 150 g di farina finissima
  • la scorza di un limone
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • burro e farina per la teglia
  • PER LA CREMA:
  • 4 tuorli d'uovo
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di scorza d'arancia grattugiata
  • 30 g di farina bianca
  • 1/2 litro di latte
  • 1 bicchierino di Maraschino

La torta Mimosa è un classico della tradizione italiana, sempre apprezzata al termine di un pasto speciale: oggi vi presento la ricetta per realizzarla in una variante ancora più gustosa, che prevede l’impiego del maraschino.

Intendo offrire questa “mimosa” per la Festa della Donna non solo come omaggio alle donne-mamme, alla donne-nonne, alle donne-zie, alle donne tutte che si prodigano per offrire alle nuove generazioni sostegno e comfort nel loro percorso domestico o di lavoro o di impegni sociali. Il mio pensiero va, in questa occasione, anche e soprattutto alle donne vittime di violenze domestiche o di episodi di mobbing nell’ambiente di lavoro o di altre forme di violenza fisica e psicologica di cui sono piene le pagine dei quotidiani. Oggi vi propongo una ricetta veloce, con ingredienti semplici, che vi farà piacere realizzare per questa festa. E se proprio volete dar prova della vostra abilità pasticcera, vi spiegherò anche la variante con la crema inglese al cioccolato fondente. Per offrire alle vostre donne una torta da gran gourmet come un gran mazzo di dorate mimose…

Riepilogo Ricetta
Nome
Torta Mimosa al Maraschino
Pubblicata il
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
4 Based on 1 Review(s)

Preparazione:

PAN DI SPAGNA
Versate i tuorli in una ciotola, incorporatevi lo zucchero semolato e sbattete molto adagio con la frusta per amalgamarli fino a farli diventare quasi bianchi.
Montate gli albumi a neve fermissima e aggiungeteli pian piano ai tuorli mescolando adagio per non smontarli.
Unitevi la scorza grattugiata di un limone, la farina a pioggia e mescolate adagio gli ingredienti senza farli montare. Infine, aggiungete il lievito vanigliato e girate lentamente con un cucchiaio di legno per incorporare bene il lievito e ottenere un composto omogeneo.
Imburrate e infarinate una tortiera di 24 centimetri di diametro e versatevi il composto ottenuto, lisciate bene la superficie con una spatola di legno e infornate la torta in forno preriscaldato a 180° per circa 45 minuti.
Per assicurarvi che la torta sia al punto giusto di cottura fate la prova stuzzicadenti oppure infilatevi dentro la lama asciutta di un coltello, che deve uscirne ben asciutta.

CREMA AL MARASCHINO
Sbattete a lungo i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto consistente e omogeneo, aggiungete la scorza d'arancia grattugiata e la farina a pioggia e mescolate dolcemente. Versate il latte a filo sempre mescolando e alla fine incorporate dolcemente il liquore.
Mettete la crema sul fuoco a calore molto moderato, mescolate, portate ad ebollizione e lasciate bollire per non più di un paio di minuti. Togliete la crema dal fuoco e fatela intiepidire mescolando di tanto in tanto per evitare che in superficie si formi una pellicola.

Riprendete ora il Pan di Spagna e tagliatelo in 4 dischi servendovi di un coltello seghettato. Sbriciolate uno dei dischi e tenete da parte queste preziose briciole per ricoprire tutta la torta e creare l'effetto mimosa.
Ponete il primo disco sul piatto di portata, inumiditelo con il Maraschino o altro liquore a piacere e ricopritelo con un sottile strato di crema. Ripetete questa operazione per ogni disco e alla fine coprite tutta la torta con la crema rimasta e con le briciole di Pan di Spagna tenute da parte, che rimarranno attaccate alla crema creando, appunto, quell'effetto mimosa molto decorativo e di grande effetto che rende questa torta la più indicata per la Festa della Donna.

Note:

Informazioni utili