Zuppa del diavolo: idea d’autunno

Anna Carbone 26 settembre 2014
Tempo totale:
1 ore 30 minuti
Difficoltà:
Media
Ingredienti per 4 persone:
  • 350 g di pasta per minestrone
  • 300 g di prosciutto cotto
  • 300 g di mortadella
  • (facoltativa)
  • 250 g di spinaci
  • 150 g di burro
  • 1/4 di panna
  • aglio
  • cipolla
  • basilico
  • prezzemolo
  • 1 bicchiere di cognac
  • 1 scatola di piselli
  • (facoltativa)
  • 1 dado normale
  • 1 dado vegetale

Per zuppa s’intende, letteralmente, una minestra un po’ rustica, semplice, saporita e profumata, che si serve con fette di pane abbrustolito e non.

Questa zuppa del diavolo è, invece, una sorta di minestra arricchita con pasta per minestrone, prosciutto cotto, spinaci, burro, panna, aglio, cipolla, basilico, prezzemolo, 1 bicchiere di cognac, piselli (facoltativi), 1 dado normale, 1 dado vegetale. Un specie di minestra in brodo, quindi. Comunque un piatto rustico con 1050 calorie per porzione.

Una ricetta decisamente energetica, ideale per un pasto d’autunno o anche una cenetta con gli amici, innaffiandola con una Doc adeguata come il Chianti.

Le zuppe, calde o anche tiepide, sono infatti ideali per questa stagione che precede l’inverno e che molto facilmente lo anticipa, come in tante stagioni attraverso gli anni.

La scelta è ampia fra le varie ricette del dizionario culinario del nostro Paese: da una salutare zuppa di porri ricca di calcio, potassio e fosforo ad una gustosissima zuppa di pane alle verdure ad un’appetitosa zuppa al prosciutto crudo, ideale per un’eventuale fredda serata d’autunno.

Il vino

Il Chianti Classico Docg

che si accompagna ai sapori della cucina toscana,

ma anche ad una grande varietà di piatti che si sposano con vini di medio corpo.

Temperatura di servizio 16-18°.

Preparazione:

Preparate il brodo e unitevi il prosciutto e la mortadella a dadini, l'aglio intero che poi togliere e la cipolla tritata con il prezzemolo e il basilico.
Unite al brodo gli spinaci, scongelandoli se sono surgelati e lasciando sobbollire per una decina di minuti.
Gettate poi la pasta, unite la panna e il cognac e, a piacere, i piselli ben scolati: se desiderate una minestra abbastanza spessa, usate piselli piccolini che si disfano subito.
A cottura quasi ultimata unite il burro, mescolate bene e togliete dal fuoco appena il burro si è sfatto, in modo che non cuocia.
Versate in ciotole, condite con formaggio grattugiato, a piacere, e lasciate intiepidire prima di servire.

Photo Credit: federica.piersimoni via photopin cc

Note:

Informazioni utili