Questa zuppa è un piatto tipico della città d’arte di Tivoli (Roma), famosa per le sue ville antiche, dichiarate patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Per chi non le conoscesse, stiamo parlando di Villa D’Este, Villa Gregoriana e Villa Adriana.

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di farro;
  • 50 g di prosciutto (o pancetta, per chi preferisce un sapore più deciso;)
  • 1 scalogno;
  • olio extravergine d’oliva q.b.;
  • 1 patata;
  • 1 cipolla;
  • 1 carota;
  • 1 litro di brodo vegetale;
  • rosmarino;
  • salvia;
  • sale.

Di seguito, la preparazione:

Lavare lo scalogno e la cipolla e tritarli finemente; sbucciare la patata e la carota, riducendole a piccoli dadini.

Far appassire in un tegame con 2 cucchiai d’olio d’oliva il prosciutto (o pancetta) fatto a dadini, lo scalogno e la cipolla. A questo punto aggiungere patata e carota, quindi far rosolare bene.

Aggiungere il farro e irrorare con il brodo vegetale bollente, preparato in precedenza. Far bollire il tutto per circa mezz’ora (il tempo di cottura varia in base al tipo di farro utilizzato).

Zuppa di farro alla tiburtina

Cospargere infine con un trito di salvia e rosmarino. Servire la zuppa densa in coppette, guarnendo con dei crostini di pane.

Zuppa di farro alla tiburtina