Zuppa pavese: Lombardia a tavola

Anna Carbone 17 ottobre 2014
Tempo totale:
15 minuti
Difficoltà:
Molto facile
Ingredienti per 1 persone:
  • PER OGNI PERSONA
  • 4 fettine di pane
  • circa 2 dl e ½ di brodo
  • 1 o 2 uova freschissime
  • parmigiano grattugiato
  • un pizzico di pepe bianco

Eccoci ancora sulle vie della gastronomia lombarda, alla ricerca di quelle antiche e umili ricette contadine che sono alla base di questa cucina tipica.

Alla ricerca soprattutto di quelle favolose, saporitissime seppur povere zuppe e minestre così care ai lombardi nelle fredde serate d’autunno e anche d’inverno, magari davanti al camino acceso, dopo una giornata di duro lavoro.

La zuppa pavese fa parte proprio della cucina contadina, una ricetta fra leggenda e realtà, ma che ancora oggi è la minestra preferita non solo dai lombardi.

Una ricetta che arriva dalla Pavia rinascimentale e che si rivela oggi una soluzione comoda anche per il last minute, per il low cost, per il sapore, per l’alto valore nutritivo: tanti motivi per ricorrere a questa zuppa che va da aggiungersi alle altre saporose minestre di Lombardia.

Un ricetta semplice ed un gusto ricco con pochi ingredienti:

pane casereccio, brodo, uova freschissime, parmigiano grattugiato, pepe bianco.

E in 15 minuti a tavola! Una zuppa veloce con ingredienti che quasi sempre abbiamo in casa.

Senza dimenticare che, pur essendo un piatto povero, la zuppa pavese si basa

soprattutto sulla versatilità e l’alto quoziente nutrizionale delle uova.

Il vino

Non può che essere un lombardo verace…

Il Riesling Italico Doc

da servire a una temperatura di 10 °C con antipasti magri, passati di verdure dolci, piatti a base di uova e pesci d’acqua dolce fritti ed in umido. E con tortini di verdure, risotto ai funghi e risotto con le quaglie, filetto di pesce persico al vino bianco, preparazioni a base di pesce, salame e prosciutto d’oca, prosciutto crudo, Salame di Varzi, risotto alla certosina e…zuppa alla pavese.

Il Riesling Italico Doc è un vino di qualità, prodotto in una terra, quella dell’Oltrepò Pavese, che vanta il primato nazionale di produzione qualitativa e quantitativa di questa varietà d’uva, l’uva di vitigno Riesling Italico, una tra le varietà più diffuse nella zona.

Si coltiva un po’ dappertutto, anche se le maggiori concentrazioni si ritrovano nella zona di media collina della fascia centro orientale: Valle Versa, Valle Scuropasso, Mornico Losana, Oliva Gessi, Montalto Pavese.

Preparazione:

Preparate per ogni persona 4 fettine di pane spalmate di burro e parmigiano e dorate nel burro fatto appena imbiondire.
Preparate del brodo caldo.
Versate il brodo caldo in un tegame di pirofila, mettetevi le uova, avendo cura di non rompere i tuorli, e un pizzico di pepe bianco.
Passate il tegamino nel forno il solo tempo necessario a far coagulare le uova.
Disponete le fettine di pane in un piatto fondo, ponetevi sopra le uova, aggiungete del brodo e spolverate di parmigiano appena grattugiato.
Servite caldo.

Photo Credit: supivas via photopin cc

Note:

Informazioni utili