Le crostate sono dei dolci tipici della cucina povera e rustica, realizzati con basi di pasta frolla o pasta brisè e solitamente farciti con marmellate, creme e frutta sia fresca che cotta: è possibile, però, preparare anche crostate vegane. Questi squisiti dolci sono realizzati senza utilizzare per forza ingredienti di origine animale quali il latte, le uova o il burro: il risultato sarà di torte leggere ma allo stesso tempo gustose e fragranti che nulla avranno da invidiare a quelle classiche.

Ma come confezionare con facilità delle crostate vegane? Di seguito vi indichiamo tre classici della pasticceria rivisti in chiave veg facili da fare anche a casa.

Crostata di fragole

shutterstock_217091140Stemperate in una ciotola capiente 200 g di farina di mandorle con 70 g di zucchero di canna integrale, 1 cucchiaino di buccia di arancia grattugiata, 2 cucchiai di olio di semi di girasole e 2 cucchiai di fecola di patate. Unite acqua tiepida, poca per volta, e impastate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Oleate uno stampo con cerniera di 22 cm e stendete l’impasto al suo interno creando prima una base e poi i bordi. Tenete da parte poco impasto per le decorazioni. Bucherellate leggermente il fondo con i lembi di una forchetta e ricoprite con 200 g di confettura di fragole. Con la pasta avanzata create delle striscioline di pasta e decorate la superficie. Infornate a 180°C per 20 minuti e fate raffreddare del tutto prima di servire.

Crostata della nonna

shutterstock_210413122Mescolate in una ciotola 300 g di farina di semi integrale con 50 g di farina di mais, mezza bustina di lievito per dolci e la buccia grattugiata di 1 limone. Unite 150 g di malto di riso sbattuto con 75 ml di olio di semi di girasole. Lavorate l’impasto finché non diventa compatto e uniforme, formate una palla e mettete in frigo a riposare per un’ora. Passato il tempo stendete la frolla in una sfoglia e rivestite uno stampo da crostata di 24 cm di diametro. Bucherellate la base con una forchetta e infornate a 170°C per 15 minuti. Nel frattempo preparate la crema mescolando 60 g di zucchero di canna chiaro con 2 cucchiai di fecola di patate. Aggiungete a filo 300 ml di latte di riso fatto intiepidire con i semini di 1 bacca di vaniglia. Mettete a cuocere sul fuoco la crema senza smettere di mescolare finché non diventerà densa. A fine cottura aggiungete mezza bustina di zafferano per dare colore. Versate la crema nella base di frolla, livellatela bene e ricoprite con una manciata abbondante di pinoli. Infornate per altri 10 minuti, sfornate e fatela raffreddare prima di servire cospargendo con zucchero a velo.

Crostata alle mele

shutterstock_179313983Mescolate in una ciotola 300 g di farina con 100 g di zucchero, 75 g di olio di semi leggero e la scorza grattugiata della buccia di 1 limone. Versate a filo 100 ml di latte di soia e impastate il tutto. Foderate una tortiera apribile a cerniera con della carta da forno e stendete la pasta in modo da coprire anche i lati. Distribuite 200 g di marmellata di pesche sul fondo livellandola bene e ricoprite con una mela affettata finemente e non sbucciata. Spolverizzate la superficie con un cucchiaio di zucchero di canna grezzo e infornate a 180°C per 40 minuti. Servite fredda.