Le cheesecake sono torte gustose che conservano tutto il gusto del formaggio. Quando le si va a comprare, magari nei negozi specializzati in latticini, certo sembra che questo tipo di dolci manchi di fantasia. La questione cambia quando li si prepara in casa e allora si può spaziare con tanti altri ingredienti, tra cui la frutta, che si prestano a essere scenografici, d’impatto, ma che aggiungono maggiore gusto e nuovi sapori. Ecco qualche idea per le ricette.

Galleria di immagini: Cheesecake

Intanto va detto che questo tipo di dolce può essere consumato anche crudo, non solo cotto in forno. La frutta, come detto in precedenza, è uno degli ingredienti più interessanti da aggiungere alla cheesecake, una variante di ricetta interessante è con fragole tagliate a spicchi e menta, che sembrano apparentemente una contraddizione in termini, ma in realtà servono a dare ulteriore dolcezza e freschezza al tutto. Per chi adora la menta c’è anche il mojito cheesecake, che si avvale anche di altri ingredienti tipici del cocktail, ossia zucchero di canna e lime. E magari una spruzzata di sciroppo di rum.

La frutta può essere aggiunta anche all’impasto, così come la cioccolata, magari con delle gocce che si sciolgono all’interno dell’impasto nella cottura: assolutamente da provare l’arancia, ma anche la frutta di stagione come fragole e ciliegie. La cheesecake può anche essere ricoperta con ingredienti liquidi, come sciroppo di frutta, magari al limone o ai frutti di bosco, cioccolata liquida, caramello e così via. Si può consumare anche in bicchiere una variante interessante che prevede una base di caffè: l’effetto visivo è quello dell’espressino, mentre quello gustativo è assolutamente unico.

La cioccolata può guarnire la cheesecake, magari con le scaglie, ma anche trovarsi all’interno dell’impasto: la cioccolata bianca di solito non cambia il colore della torta, ma in bocca la differenza si sente. Glassa al cioccolato, panna montata, ciliegie candite in questi contesti sono sempre assolutamente le benvenute. Basta solo un po’ di fantasia per adottare le guarnizioni più simpatiche, come gli spicchi di mandarino, ma anche l’ananas sciroppato, le pesche in spicchi, more, mirtilli, ma anche biscotti sbriciolati, meglio se al burro.