Molte ricette estive implicano l’uso dei fornelli e del barbecue. Basti pensare al pesce cotto sulla brace, una vera delizia nella bella stagione, ma una tortura per chi deve stare davanti al fuoco.

Nei periodi di maggiore caldo, occorre preparare ricette estive fresche e che non richiedano la cottura: è l’unico modo per non stancarsi davanti alla stufa e per ingerire qualcosa che dia un diffuso senso di refrigerio.

Possiamo cominciare dalle insalate: occorre munirsi di legumi e cereali precotti e inscatolati per non usare i fornelli. Si può preparare un’insalata di fagioli e tonno, da acquistare in scatola, meglio se privo di olio. Basta unire il tonno sminuzzato ai fagioli e condire con un filo d’olio, cipolla fresca e un pizzico di sale. Anche un’insalata composta di valeriana, pomodori e formaggio fresco può essere l’ideale per consumare un pasto in tutta freschezza. La valeriana ha proprietà calmanti, oltre a possedere un sapore molto delicato.

Le insalate di farro (purché precotto) possono essere declinate in molteplici modi. Proponiamo qui un’insalata di farro, rucola, pomodorini e mozzarella: avrà la proprietà di saziare e, allo stesso tempo, di mantenere leggeri. A gusto, possono essere aggiunte verdure da consumare crude, come carote, olive, cetrioli e mais.

Se compriamo il pesce già cotto direttamente in pescheria, sarà molto semplice aggiungere alle insalate sopra indicate anche piccoli tranci di pesce che renderanno il piatto più gustoso e più nutriente: i gamberetti già cotti e sgusciati sono un vero e proprio must dei piatti estivi.

La caprese non può mancare sulle tavole nella stagione calda. Nulla di più semplice da preparare: occorre alternare una fetta di pomodoro da insalata a una fetta di mozzarella, condire con un filo d’olio, sale, origano e una bella foglia di basilico fresco.

Tuttavia, uno dei piatti più gustosi e succulenti del periodo estivo è quello dato dal felice incontro di pizza, prosciutto crudo e fichi: vero e proprio piatto unico dolce e salato allo stesso tempo, in grado di unire carboidrati, proteine e frutta fresca.

A pranzo e a cena non può quindi mancare la frutta. Si può consumare un frutto soltanto, ma è possibile mangiare grandi quantità di macedonie che, oltre a saziare, saranno di fondamentale importanza per affrontare il caldo con il giusto apporto di liquidi e vitamine. In una macedonia può essere messa tutta la frutta che si vuole: anguria, melone, fragole, ciliegie, pesche, albicocche, cocco, mango. La macedonia può essere gustata con o senza zucchero e, per renderla ancora più golosa, con una pallina di gelato al fiordilatte o alla crema. In questo modo si gusterà un vero e proprio piatto unico.