Ricette light a base di caffè, senza dubbio, una delle passioni degli italiani. Nero, ristretto, lungo o macchiato, il caffè non manca mai a colazione e per chiudere in bellezza pranzi e cene. È ottimo per il gusto ma è anche un prezioso alleato della nostra linea perché ci aiuta a dimagrire. Gli effetti della caffeina, sostanza stimolante contenuta nel caffè, sono molti e molto diversi tra loro: aumenta eccitabilità e insonnia, induce tachicardia e una maggiore secrezione gastrica. I benefici sono altrettanto numerosi e riguardano, soprattutto, il dimagrimento se la si introduce nelle giuste ricette light.

Galleria di immagini: Ricette light col caffè

La caffeina, infatti, è in grado di accelerare il metabolismo comportando un incremento dal 10% al 25% nella capacità dell’organismo di bruciare calorie. Neutralizza i radicali liberi e rende i grassi immediatamente disponibili sotto forma di energia per l’allenamento. Ciò significa che, se andiamo in palestra dopo aver bevuto una tazzina di caffè, bruceremo i grassi assunti con il pasto molto più facilmente.

Tutti coloro che seguono una dieta dimagrante possono bere caffè senza sentirsi in colpa: oltre a possedere una lieve azione dimagrante, e quindi aiutare a non sentire i morsi della fame tra un pasto e l’altro, una tazza di caffè senza zucchero e latte contiene appena 3 calorie. È un perfetto “spezza fame”.

Attenzione a non esagerare con il consumo: la quantità consigliata per favorire il dimagrimento e per sfruttare gli effetti benefici del caffè è di tre o quattro tazzine al giorno. Ma non limitatevi al caffè sottoforma di tazzina: si tratta di alimento molto versatile e ottimo per preparare ricette gustose e dimagranti.

Se, tra un pasto e l’altro, non riuscite a fare a mano della merenda sostituite panini e torte ipercaloriche con un caffè e latte particolare. Preparate un caffè espresso e, una volta raffreddato, mescolate una tazzina con 80 ml di latte di avena e 10 ml di sciroppo d’acero. Infine, preparate un altro caffè e versatene 60 ml sopra il composto.

Questo spezza fame è perfetto per calmare il desiderio di dolce ed è in grado di stimolare la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore noto anche come “ormone del buonumore”. La serotonina determina una precoce comparsa del senso di sazietà, una minore assunzione di carboidrati a favore delle proteine e una riduzione della quantità di cibo ingerita.

Se, invece, preferite consumare il caffè così com’è, diluite un misurino di proteine di soia e 2 cucchiaini di caffè solubile in 200 ml di acqua. L’elevato contenuto proteico della soia, unito alle qualità del caffè, aiuta a combattere il grasso e a tonificare i muscoli.

Chi ama i gusti insoliti può provare l’espresso all’ananas: mescolate un espresso con un cucchiaino di cacao e unite 3 cl di succo d’ananas senza zuccheri aggiunti. L’ananas è un frutto dalle molteplici qualità: accelera il metabolismo, ha proprietà diuretiche e, insieme al caffè, aiuta a ridurre la cellulite e i problemi legati alla ritenzione idrica.

Il marocchino è una variante del caffè che si è fortemente diffusa negli ultimi anni. Per prepararne una versione dimagrante e facilmente digeribile provate a sostituire il latte intero con il latte di soia miscelato a 2 cucchiaini di panna di soia. Il risultato sarà ottimo e le calorie si ridurranno.

Fonte: Obiettivo benessere.