Le verdure possono essere talvolta un piacere discutibile. Ci sono persone che le amano alla follia, mentre altre non ne sopportano la vista, il gusto e l’odore. Tuttavia, bastano poche accortezze in cucina per rendere appetitoso qualunque piatto: le verdure sono importanti, soprattutto quelle di stagione, perché aiutano per la prevenzione delle malattie, contengono vitamine, sali minerali e tanta fibra e quindi regolano anche l’intestino. E naturalmente la patate fritte non valgono come verdura quando si confessa al medico di cosa ci si sta nutrendo. Ecco quindi alcune idee per ricette che possano rendere gustosa la verdura anche ai più schizzinosi, spesso i bambini.

Tra le verdure che possono risultare maggiormente appetitose ci sono quelle dolci, come per esempio carote e zucche, mentre il radicchio va addolcito con qualcosa: una ricetta simpatica potrebbe essere il risotto con gorgonzola e radicchio, per attenuarne il gusto amarognolo. Non bisogna disdegnare le verdure dal gusto amaro, come radicchio, melanzane e cicorie, perché aiutano la longevità. Basta solo prestare attenzione agli accostamenti, il gorgonzola dolce (non quello piccante, naturalmente) riesce a modificare tutto.

Uno dei segreti è infatti proprio l’accostamento con gli altri cibi: è un vecchio trucco, come quelli utilizzati dalle mamme di altri tempi, che per far mangiare le uova dai propri figli preparavano la crema pasticciera, che è ricca di questo alimento. Anche il frullatore può venire in aiuto in tal senso, perché dà l’idea a chi consumerà il pasto che le verdure non siano presenti, riuscendo a ovviare le remore relative all’aspetto.

Le verdure crude inoltre possono rivelarsi una gradevole sorpresa: sedano, carote e finocchi spezzano la fame, non presentano quasi calorie e sono molto nutrienti oltre che stuzzicanti. L’acquisto migliore è sempre quello a chilometro zero, ma se lo si fa, deve trattarsi sempre di merci di provenienza conosciuta: a volta alcuni contadini, utilizzano diserbanti potenzialmente dannosi, per cui meglio la fattoria fuori città o al massimo la grande distribuzione, piuttosto che un fruttivendolo che si incontra occasionalmente.

Si deve dare poi importanza a salse e spezie: le verdure arricchite di qualcosa di molto saporito assumono tutt’altro gusto. Ortaggi e verdure possono essere inseriti in omelette o un torte salate completamente vegetariane, che serviranno anche a rompere i pregiudizi relativi a questo stile di vita, che prevede dei piatti saporitissimi, contrariamente a un luogo comune. E infine – perché no – le verdure possono essere coltivate in giardino: ogni singolo pomodoro sarà una soddisfazione in più quando proviene dal duro lavoro delle proprie mani.

=> Scopri le decorazioni a base di verdure