Le verdure fritte rappresentano una fonte inesauribile di gusto. Le ricette che prevedono la frittura delle verdure di stagione, specie se quelle estive, sono numerose, gustosissime e declinabili in diversi modi.

Le verdure fritte possono figurare tra gli antipasti e possono anche essere il coronamento di un pranzo di festa, in qualità di contorno. La cucina italiana, da nord a sud, ha regalato un grandissimo numero di ricette per rendere croccanti e più gustose melanzane, zucchine, fiori di zucca, asparagi e patate.

Le melanzane fritte possono rappresentare un piatto unico. Inoltre, prima di passare alla frittura, le si può riempire con alimenti di vario genere, tipico e irrinunciabile elemento della cucina meridionale. Bisogna realizzare un “panino di melanzane”: su una fettina bisogna stendere provola, prosciutto (cotto o crudo), pomodoro tagliato a fettine sottili; bisogna poi chiudere con un’altra fettina di melanzana, passare il “panino” nell’uovo, rotolarlo nel pangrattato e friggere in olio bollente.

Le zucchine fritte sono un’alternativa decisamente più leggera delle melanzane ripiene e fritte, ma risultano ugualmente gustose. Bisogna tagliare le estremità delle zucchine, dividerle a metà e lasciarle sotto sale per qualche ora. Dopodiché basta passarle nell’uovo, successivamente nel pangrattato e infine calarle nell’olio bollente.

I fiori di zucca ripieni e fritti sono una delle ricette estive più buone, anch’esse in grado di fare da piatto unico. Ovviamente, per procedere, bisogna scegliere fiori di zucca particolarmente grandi e freschi. Dopo aver lavato per bene i fiori, bisogna tagliarli a metà e riempirli di acciughe e mozzarella. Se il pesce non è gradito, lo si può sostituire con il prosciutto cotto. A questo punto, occorre preparare la pastella. Bisogna passare il fiore di zucca nella pastella e poi calarlo nell’olio bollente: il risultato sarà un gustosissimo contrasto tra il croccante della parte esterna e il morbido del formaggio fuso della parte interna.

Solitamente non vengono usati per questo tipo di ricette, ma anche gli asparagi possono essere fritti e divenire protagonisti di un piatto delizioso. Anche in questo caso è opportuno preparare la pastella in cui poi immergere gli asparagi tagliati a metà. Dopodiché, friggere nell’olio bollente.

Infine: le patate. Cosa c’è di più buono della patata fritta? Le patate sono molto versatili e donare gusti sempre diversi. In primo luogo, le patate fritte classiche: dopo averle sbucciate, con un pelapatate bisogna tagliare le patate a fettine sottilissime. Basta che friggano nell’olio bollente per pochissimo tempo per ottenere patate fritte croccantissime. Inoltre, le patate possono essere tagliate a strisce più o meno sottili e condite con il rosmarino: in questo caso possono essere accompagnate con salsa al curry.