Particolarmente diffusi in America, Canada e Inghilterra, i Bagel sono un alimento di origine ebraica, anche se le leggende riguardo l’origine di questi morbidi panini a forma di anello sono numerosissime. C’è chi li vuole frutto dell’invenzione di un cuoco polacco che li ha poi esportati a New York, e c’è chi invece li attribuisce all’estro di un panettiere di Cracovia. Qualunque sia la storia di questi panini, la loro bontà è innegabile, e sono l’accompagnamento perfetto per un brunch sostanzioso a base di prosciutti e formaggi.

Sono panini piuttosto laboriosi da fare ma, seguendo le giuste indicazioni, potrete cucinarli senza difficoltà. Vediamo allora come preparare dei perfetti Bagel fatti in casa.

Per quanto riguarda gli strumenti da utilizzare, vi serviranno delle ciotole di vetro, una padella, della carta forno, cucchiai di legno e misurini. La prima cosa da fare per preparare i Bagel è quella di setacciare la farina 00 e la farina manitoba (un tipo di farina originaria del Canada che favorisce notevolmente la lievitazione, facilmente acquistabile al supermercato), da mettere all’interno di una ciotola molto capiente. In un secondo contenitore dovrete versare del latte tiepido, lo zucchero, lievito, malto, amalgamando il tutto.

Questo composto andrà poi versato al centro della farina, e finalmente potrete cominciare a impastare unendo le uova, rigorosamente a temperatura ambiente. Dopo aver sciolto del sale in un po’ di acqua tiepida, aggiungetela all’impasto, continuando ad amalgamare.

Fondamentale l’omogeneità del composto, al quale aggiungerete il burro ridotto a pezzetti e ammorbidito. Quando l’impasto avrà raggiunto una consistenza liscia, elastica e allo stesso tempo omogenea, potrete adagiarlo in una ciotola spennellata con un po’ di olio di semi. Una volta adagiato l’impasto, lo spennellerete con l’olio a sua volta, e lo coprirete per favorire la lievitazione, che dovrà essere di circa un paio di ore, o comunque fino a quando l’impasto non avrà raggiunto il doppio del suo volume iniziale.

Terminata la lievitazione, dovrete lavorare l’impasto per qualche minuto, dividendolo poi in palline grosse come un pugno al centro delle quali creerete un foro. Dovrete fare lievitare per un’altra mezz’ora i Bagel ormai formati, prima di metterli all’interno della pentola in cui avrete fatto bollire dell’acqua con un cucchiaio di malto.

Bagnati i Bagel, e dopo averli decorati con semi di sesamo, papavero o finocchio, potrete infornarli a 220°C per circa una ventina di minuti. Per capire se e quando sono pronti, dovrete controllare il colore della superficie, che dovrà essere di un bel bruno dorato.