Sushi: la nuova frontiera prende il nome di Futomaki Matsuri Sushi. Altro non è che una preparazione artistica e scenografica della ricetta tipicamente giapponese a base di riso, pesce crudo e alga nori. Basta un po’ di fantasia in cucina, per preparare dei roll che ritraggono panda, o farfalle, oppure fiori, ma anche icone pop, grazie non solo al ripieno a base di pesce o verdure, ma anche con l’ausilio di coloranti alimentari per il riso, anche se il nero può essere ricreato con il nero di seppia.

Galleria di immagini: Futomaki Matsuri Sushi

Non è molto difficile preparare il sushi in casa: serve solo una buona manualità e una stuoia per serrare bene i rotolini con gli ingredienti prima di tagliarli a fettine. Per le ricette di sushi artistico però si ha la necessità di una manualità ancor più spiccata e un po’ più di ingegno, dato che alcuni tipi, come il panda o la farfalla richiedono dei mini roll un po’ schiacciati per poter ricreare l’immagine dell’animale in questione. La guarnizione, almeno per il panda avviene a posteriori, con delle fettine di carote e dei pezzettini di alga nori.

La stessa cosa si può fare per il sushi a forma di fiori: si creano dei mini roll con del riso colorato, che fungeranno da petali. Questi roll, in un secondo momento vengono compattati, mentre al centro verrà inserito uno spicchio di cetriolo che fungerà da centro del fiore. Il tutto viene inserito in altro riso bianco e nell’alga nori, che viene arrotolata nuovamente per creare finalmente il roll definitivo, pronto da mangiare.

Naturalmente, questo tipo di sushi può essere rielaborato come meglio si crede e può essere un modo simpatico per stupire gli amici durante un aperitivo o un party in casa. L’unico problema è nel fatto che, per prepararne tanti tipi differenti, servirà molto tempo e molta attenzione: se non si pressa il riso nell’alga e non si schiaccia tutto per bene, si rischia che i rotoli siano un po’ troppo molli e quindi un po’ disgustosi da mangiare. Un’altra questione cui fare attenzione è che l’alga sia fresca: se non lo è ha un sapore quasi simile alla carta.