Ridley Scott ha parlato di Prometheus, la sua ultima pellicola, nel corso della conferenza stampa per la premiere londinese. Il film fantascientifico attualmente sta sbancando i botteghini internazionali, con 50 milioni di dollari incassati nel primo weekend nei soli Stati Uniti e con un incasso che ha già superato quota 140 milioni di dollari a livello mondiale.

Ridley Scott ha fatto un confronto con il suo film cult Alien, di cui questo nuovo Prometheus rappresenta una sorta di prequel:

Galleria di immagini: Prometheus, immagini ufficiali

«Trent’anni fa, ai tempi di Alien, la tecnologia quasi non esisteva proprio. Erano tutte riprese in live action, c’erano modelli dotati di gru e potevi vedere fisicamente tutto sul set. C’erano le macchine per il fumo, per il vento, non c’era la possibilità di usare il digitale […] era tutto fatto con pannelli […] come nel prologo, io mi sono limitato a riprendere questo pannello e il grosso del lavoro l’ha fatto la musica di Jerry Goldsmith.»

La cosa più interessante per i fan della serie di Alien è però quella di sapere che probabilmente la saga continuerà ancora e Prometheus potrebbe avere un sequel. Sui dubbi che il film può lasciare, Ridley Scott infatti annuncia che:

«Verranno tutti chiariti nel prossimo film. Si tratta di aprire delle porte sia con la consapevolezza preventiva del dove andare a parare che lasciando i margini di manovra necessari a far si che la pellicola sia un’entità viva. C’è un piano.»

Dopo gli ottimi incassi con cui è partito, sicuramente l’arrivo di un possibile seguito di certo non stupirebbe. Intanto però in Italia dobbiamo ancora aspettare per vedere l’uscita di Prometheus, prevista soltanto per il prossimo 19 ottobre.

Fonte: BadTaste