Rihanna sarà anche stufa di parlare di Chris Brown, ma continua a rispondere quando interpellata, così veniamo a scoprire dettagli soprattutto su se stessa. Come il fatto che ancora oggi non si perdona di non aver riconosciuto subito il rapporto per quello che era, e di non averlo interrotto prima.

Sempre sull’intervista per GQ di gennaio, dove ci sono scatti della bella cantante barbadiana in mise a dir poco provocanti, la giovane Rihanna ha svelato dinamiche molto intime di se stessa, riguardo al periodo in cui aveva una relazione con Chris Brown, quello che le ha gonfiato la faccia a suon di pugni:

Era una situazione di cui mi sono sempre detta che non avrei mai permesso a me stessa di vivere. È qualcosa da cui forzavo le mie amiche a uscire. Ma quella ero proprio io, a viverla. Ho visto con i miei occhi abusi fisici compiuti su mia madre e ho sempre detto che non avrei mai permesso succedessero a me, e invece ecco che stavano succedendo proprio a me. Ora quando mi guardo indietro mi fa impazzire il fatto che non riuscissi a vederlo per quello che era.

La cantante va avanti con le conseguenze di quello che è successo:

Prima di quello, ero solo una ragazzina delle isole Barbados che cantava musica pop. Era facile pensare che fossi superficiale e avessi tutto. Come se non avessi alcun problema al mondo. E all’improvviso boom! Tutti hanno capito che invece avevo dei problemi.

Rihanna infine teme che questa storia sia l’unica cosa che la gente ricordi di lei, al posto della sua musica:

Sono molto orgogliosa. Non lascerei mai che qualcuno mi veda piangere. Non sono il tipo da “Ehi, per piacere piangi per me, ho avuto una brutta relazione”. Odio che voi lo sappiate e non voglio essere ricordata per questo.