Si parla da mesi di Rihanna sulla copertina di Vogue, ed eccola con una nuova intervista strappalacrime. Stavolta però non c’entra il solito Chris Brown, le accuse per l’occasione si rivolgono, tra una lacrima e l’altra, al suo stesso padre.

Nelle ultime interviste rilasciate a riviste prestigiose, come GQ o Marie Claire, Rihanna si è lasciata andare a momenti di grandi rivelazioni e commozione, con lacrime annesse. E anche stavolta sempre ci siano stati degli occhi lucidi, su Vogue di aprile, raccontando di come il padre abbia sfruttato la sua fama:

Galleria di immagini: Rihanna su Vogue di aprile

“Mi fa davvero domandare cosa sono diventata per mio padre. Cosa significo davvero per lui. È molto strano. Questa è l’unica parola che mi viene in mente per descriverlo, perché cresci con tuo padre, lo conosci, sei parte di lui, santo cielo! E poi lui fa qualcosa di davvero bizzarro che la mia mente non riesce proprio a concepire. Senti delle storie orribili di gente che trama alle spalle e che fa cose strane, e pensi “non nella mia famiglia! Mio padre non mi farebbe mai una cosa del genere”.

E invece sembra di sì. La cantante si riferisce a quando il padre ha venduto i diritti di alcune foto di lei da piccola, dopo aver fatto alcune dichiarazioni intime sul suo conto. E se non bastasse, anche dopo la fine drammatica della storia con Chris Brown, aveva trovato il modo di raccontare dettagli ai media:

“Quella è stata la prima volta. Mio padre si è rivolto alla stampa e semplicemente ha detto una serie di bugie. Perché non ci eravamo nemmeno sentiti dopo… quello che era successo. Non mi ha mai chiamato per sapere come stavo, se ero viva, niente. Semplicemente non mi ha mai chiamato. È andato dritto dalla stampa e ha ritirato l’assegno. E ora lo fa di nuovo.”

Sembra che la giovane cantante abbia tutti i motivi di essere infuriata.