Mal di testa: secondo i dati diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il 46% della popolazione mondiale ha sofferto almeno una volta di un episodio di cefalea tensiva (la forma di mal di testa più comune e diffusa, sia in forma episodica che in quella cronica) ed almeno il 10% di emicrania; di tutti questi pazienti che hanno sofferto di una qualche forma di mal di testa ben il 50% non si sono mai rivolti ad un medico, ma tutti hanno assunto farmaci più o meno utili per risolvere il problema. Esistono, inoltre, numerosi metodi alternativi per combattere il dolore. Vediamone alcuni.

  • Massaggio. A volte il mal di testa è causato da tensioni muscolari, in questo caso un massaggio può aiutare ad allentare la tensione e a sciogliere il dolore. Anche l’automassaggio dei lobi delle orecchie può aiutare, grazie al suo effetto distensivo.
  • Dieta alimentare. L’emicrania non può essere risolta a tavola, tuttavia escludere o limitare certi alimenti può contribuire ad arginarla. Quali? La caffeina, i dolcificanti artificiali, lo zucchero, i cereali (soprattutto in caso di intolleranza al glutine) e quei cibi che contengono eccitotossine (si tratta di aminoacidi che reagiscono con i recettori neurali in modo tale da provocare la distruzione di alcuni tipi di cellule cerebrali) come le zuppe in scatola, i cibi surgelati, i fast food e gli alimenti dietetici.
  • Integratori naturali. Il magnesio è essenziale per l’attività e l’equilibrio del sistema nervoso: svolge un’azione distensiva e calmante e attenua l’eccitabilità dei nervi e dei muscoli. Riduce la secrezione dell’adrenalina e si rivela efficace per sciogliere i crampi e rilassare le tensioni in caso di mal di testa.
  • Agopuntura. Contro il mal di testa, l’agopuntura spesso si è dimostrata più efficace di molti farmaci tradizionali. I risultati migliori si ottengono in caso di cefalea tensiva e vasomotoria, perché la terapia cinese permette di allentare le contrazioni muscolari, riducendo il dolore. È molto indicata anche in caso di cefalee ed emicranie causate da problemi ormonali.
  • Yoga. In alcuni casi, i dolori provocati da cefalea ed emicrania possono essere alleviati con lo yoga. Nel 2007 dei ricercatori indiani hanno dimostrato come a individui soggetti a emicranie abbia giovato un periodo di yoga. Uno dei principali motivi è l’aumento della serotonina, la cui scarsità è indicata tra le possibili cause del mal di testa localizzato. Durante un mal di testa molto intenso è opportuno eseguire tecniche di relax in una stanza buia per limitare gli stimoli al cervello. Se l’attacco è di media intensità, è meglio evitare posizioni troppo vigorose, in particolare quelle che implicano posture a testa in giù.