Chi soffre di insonnia avrà sentito mille volte che per riuscire ad addormentarsi, ma anche a non svegliarsi nel mezzo della notte, bisogna evitare tè e caffè nelle ore serali, oltre a sigarette e alcolici. Come se cibi e bevande possano solo remare contro il sonno. Ce ne sono però molti che invece possono trasformarsi in alleati, facendo rilassare e rilasciando sostanze che distendono.

Il magnesio prima di ogni altro serve a calmare il corpo. Questo rimedio naturale contro l’insonnia è presente in gran quantità nei semi di zucca. Ne basta una quantità anche minima perché il corpo assuma una massiccia dose di magnesio, ottima per far ingranare il sonno perduto. Da mangiare facilmente di fronte alla televisione come snack che aiuta senza far ingrassare. Altri alimenti ricchi di questa sostanza sono le banane, da usare altrettanto facilmente come snack dopo cena, mandorle, arachidi e noci.

Il triptofano è un’altra sostanza che tutti gli insonni dovrebbe tenere in considerazione. Aminoacido che produce la serotonina, che ha azione calmante, induce il sonno, oltre a essere un antidepressivo e ansiolitico. Il cibo che lo contiene in maggior quantità è il formaggio, da mangiare magari per cena per andare poi a dormire ai primi segnali di cedimento.

Per i vegani, il triptofano si trova anche nel tofu e nelle lenticchie. Ai non amanti del formaggio: la sostanza è presente anche nell’agnello, uova, sardine e nel latte. Motivo in più per cui il famoso bicchiere di latte caldo prima di andare a letto, consigliato da milioni di nonne nei secoli, trova il suo fondamento scientifico.

Per gli amanti delle diete senza carboidrati che però faticano a prender sonno questa sarà una brutta sorpresa. I carboidrati infatti favoriscono un buon riposo, perché danno il via a un processo per metabolizzarli che provoca stanchezza. Non però carboidrati semplici, come zucchero e dolci, ma carboidrati complessi, come quelli contenuti in pane, riso, patate e pasta. Ottimi per la cena.

Secondo alcuni anche la clorofilla aiuta a calmare il corpo e combattere quindi l’insonnia. Presente in tutte le verdure a foglia verde, e in particolar modo negli spinaci, facili da preparare e da digerire, senza alcun impatto sulla bilancia. Gli spinaci sono anche molto ricchi di magnesio, altra sostanza che aiuta a rilassare, così come visto con l’esempio dei semi di zucca.

Ultimo alleato degli insonni è la melatonina, che agisce direttamente sul ciclo sonno/veglia. Maggiori le concentrazioni nel corpo, maggiori le possibilità di dormire. E ci sono molti cibi che ne aumentano la produzione, come l’avena, ancora una volta banane e semi di zucca, ma anche e soprattutto le ciliegie. Alternativa alla tazze di latte caldo potrebbe essere perciò un buon bicchiere di succo di ciliegia.

Fonte: TLC.