Il mal di testa è una malattia più invalidante di quanto ancora generalmente non si creda. Che sia causato da stress, emicranie genetiche, alterazioni ormonali, quali sintomi premestruali o menopausa, resta il fatto che lascia milioni di persone a letto incapaci di fare alcunché. Vediamo quindi quali sono i rimedi naturali possibili durante l’attacco o per prevenirlo.

Prima di tutto bisogna distinguere il mal di testa tra cefalea comune o emicrania. La prima si presenta come un dolore intenso diffuso su tutta la testa, compresa spesso la fronte. La seconda è un dolore acuto su un solo lato del cranio, con annessi spesso nausea, vomito, aure, ipersensibilità a luce e rumori. Le cause sono molteplici: da cambi di temperatura, di altitudine, cambiamento dei livelli ormonali, cattive abitudini alimentari o del sonno, disidratazione e naturalmente stress. I rimedi farmacologici, praticamente d’obbligo per chi soffre di emicrania cronica, possono portare assuefazione e inasprire i sintomi sul lungo periodo. Prima di ricorrervi bisognerebbe tentare la strada dei rimedi naturali.

Prima di tutto eliminando degli alimenti che ne favoriscono l’insorgenza. Come il glutammato monosodico, presente principalmente in latte, pomodori, funghi e in gran quantità nel parmigiano, oltre che nelle alghe cinesi e in molti altri alimenti asiatici. Bisognerebbe poi non concedersi troppo cioccolato, formaggi stagionati, ricchi di tiroamina, e insaccati. Da preferire invece il pesce, per l’Omega 3, e lo zenzero. Il caffè può aiutare a trovare sollievo costringendo i vasi sanguigni, e aumentando l’efficacia dei farmaci.

Per quanto riguarda i rimedi naturali da erboristeria, ci sono una serie di erbe da provare per trovare sollievo senza ricorrere a medicinali. Il partenio è un’erba medicinale usata da secoli per curare il mal di testa, che combinata allo zenzero riduce anche il senso di nausea collegato all’emicrania. Mentre il Farfaraccio maggiore previene l’attacco, ma non lo allevia una volta iniziato. Da prendere quindi come terapia preventiva. Anche il magnesio, come la Vitamina B, aiuta a ridurre la frequenza dei mal di testa, calmando i nervi. Andrebbe preso quindi regolarmente per assicurarsene l’efficacia. Contenuto anche in verdura a foglia scura, semi e noci.

E poi ancora il Ginkgo biloba, che migliora la circolazione sanguigna, e può essere preso sia durante un attacco che in forma preventiva. Allo stesso modo può essere efficace la Melissa, usata in fitoterapia come sedativo ad ansia e stress, usata anche come cura per l’emicrania. Mentre l’agnocasto è molto usato per le sindromi premestruali e la menopausa.

Fonti: ABC, Fox.