Dal 12 ottobre Roma ha un nuovo paradiso per lo shopping e non solo: apre Rinascente Tritone, il secondo flagship store della Capitale, dopo quello a Piazza Fiume. Numeri da capogiro e una posizione nel cuore della città che la rende un posto davvero unico al mondo e che DireDonna ha la possibilità di raccontare e descrivere, piano per piano, dopo averlo visitato in anteprima.

Dopo 11 anni di lavoro, tra autorizzazioni e cantiere, un investimento di 250 milioni di euro, di cui 24 milioni solo di oneri di urbanizzazione e 50 milioni a carico dei diversi brand, nell’anno in cui a Milano Rinascente Duomo festeggia il suo centenario, a Roma aprono finalmente i due ingressi (uno su via del Tritone e uno su via dei Due Macelli) di Rinascente Tritone, otto piani dedicati al design, alla moda, al beauty e al food.

Altri numeri da capogiro? Su via del Tritone si affacciano 96 finestre e 7 vetrine (ora allestite con statue a grandezza naturale realizzate dall’artista Francesca Romana Di Nunzio), nei 14mila metri quadrati all’interno trovano spazio 800 brand e lavorano 650 persone.

Non si tratta di un negozio, ma di un luogo che vogliamo magnete per turisti e cittadini. I visitatori devono entrare non solo per comparare, ma per venire a vederci“, ha raccontato ai giornalisti Pierluigi Cocchini, un amministratore delegato visibilmente emozionato.

Una vittoria che ha il sapore delle grandi imprese questa apertura, vessata da impedimenti burocratici e rallentata a causa di una posizione decisamente fuori dal comune. Già, perché nel piano più basso è possibile ammirare 60 metri, perfettamente conservati, dell’Acquedotto Vergine, un acquedotto romano inaugurato da Augusto nel 19 a.C e dedicato all’alimentazione di quasi tutte le più imponenti e grandiose fontane del centro, inclusa la Fontana di Trevi.

Abbiamo avuto la possibilità di scavare 4000 mila metri quadrati e di riportare alla luce l’acquedotto che sapevamo passasse in questa zona. Il resto dei ritrovamenti, case, una ricca domus del IV secolo d.C. e una serie di mosaici pavimentali, in ottimo stato di conservazione, sono stati reinterrati e vengono raccontati tramite la tecnologia. Il palazzo della Rinascente sorge sulla Salaria Vetus, la via commerciale del sale”, ha spiegato Marta Baumgarten della Soprintendenza capitolina.

Una vocazione, quella al commercio, che trova oggi nuova vita. Ecco allora, un piano dopo l’altro, cosa trovare alla Rinascente Tritone di Roma.

Galleria di immagini: Rinascente Tritone apre a Roma, foto

Rinascente Tritone a Roma: piano -1

Siamo nel piano dove si trovano gli scavi dell’Acquedotto Vergine, le sale per le mostre e la zona dedicata al design e la casa.

  • Il livello meno uno, dove  è possibile ammirare in tutto il suo splendore una porzione dell’Acquedotto Vergine, ha sede l’exhibition area, dove saranno allestite mostre temporanee, cene di gala, corner per i brand che volessero esporre pezzi storici o organizzare eventi. Il palinsesto è ancora in fieri.
  • Sempre in questo piano, l’area dedicata al custom service, dove i clienti possono essere seguiti nelle loro richieste ed esigenze.
  • La zona preposta alla vendita ospita un design supermarket, dove i visitatori possono avvicinarsi ai prodotti, dalla penna al vaso, con pezzi da un euro e oggetti di pregiato design, made in Italy ma non solo.
  • I designer che hanno realizzato il piano sono: 1+1=1 architects di Claudio Silvestrin e Giuliana Salmaso

Rinascente Tritone a Roma: atrio

Il piano terra è dedicato alla vendita degli accessori dei brand più lussuosi: Fendi, Gucci, Prada e il corner Louis Vuitton.

  • Vi si accede da via del Tritone o scendendo di una rampa di scale da via dei Due Macelli.
  • È l’area dedicata agli accessori, da Fendi a Gucci, da Bottega Veneta a Prada e tanti altri brand luxury.
  • A dominare l’area, tutta vetri e travertino, è il piccolo edificio dei primi del ‘900 denominato “Palazzetto” che ora riprende vita e diventa parte integrante del palazzo principale. Al suo interno, il corner di Louis Vuitton, dove prende vita un allestimento da sogno ispirato, ça va sans dire, al viaggio.
  • L’architetto a cui si deve il piano è Vincent Van Duysen.

Rinascente Tritone a Roma: primo piano

Al primo piano si possono trovare prodotti cosmetici di lusso e intimo femminile.

  • Il paradiso delle patite di beauty, che qui possono trovare senza difficoltà l’angolo della propria casa cosmetica preferita, che sia Dior o Chanel, Armani Beauty o Lancome. Da segnalare la presenza di Gucci Beauty.
  • In questo piano c’è anche l’intimo femminile.
  • L’architetto a cui si deve il piano è sempre  Vincent Van Duysen.

Rinascente Tritone a Roma: secondo piano

Il secondi piano è dedicato alla moda uomo.

  • Le collezioni moda uomo, accessori compresi, più blasonate sono a questo livello.
  • Lo studio di architetti a cui si deve il piano è Universal Design Studio.

Rinascente Tritone a Roma: terzo piano

Il terzo piano accoglie la moda uomo casual, l’intimo e la zona sneakers.

  • È lo spazio per lo smart casual uomo, con brand a prezzi più accessibili del piano inferiore.
  • Oltre all’intimo uomo e l’area dove è impossibile non trovare la cravatta o la camicia che si desidera.
  • Deliziosa la sneakers area.
  • Il designer del piano è Paolo Lucchetta.

Rinascente Tritone a Roma: quarto piano

Al quarto piano potete trovare l’abbigliamento donna di lusso e le collezioni di scarpe.

  • È il regno del luxury donna: ad accogliere alla fine della scala mobile è Gucci, con la sua ultima collezione autunno inverno 2018. Poco più in là Valentino, Stella McCartney e tanti altri.
  • Il cuore del Palazzetto è occupato dall’area dedicate alle scarpe, con brand più o meno noti scelti da Rinascente.
  • La designer del piano è India Mahdavi.

Rinascente Tritone a Roma: quinto piano

Quinto piano dedicato alla moda donna più accessibile, i jeans e le sneakers

  • Per collezioni donna ready to wear e accessori a prezzi più accessibile questo è il livello dove andare. C’è anche il denim bar e la sneakers area.
  • Lo studio di architetti a cui si deve il piano è CLS Architetti.

Rinascente Tritone a Roma: sesto e settimo piano

Gli ultimi due piani sono dedicati alla ristorazione.

  •  
Food hall, ristoranti, food market e – soprattutto – le due terrazze con vista mozzafiato su Roma, luogo ideale per una pausa caffè sotto il cielo della Capitale o per un aperitivo con le amiche.
  • L’architetto è Lifschutz Davidson Sandilands.