Si chiamava Veronica Giazzon e aveva 36 anni. E’ morta sabato scorso di leucemia e per via delle complicazioni di una broncopolmonite che le è stata fatale.

La sua triste storia colpisce soprattutto perché, quando le fu diagnosticata la malattia dai medici, Veronica era incinta della seconda figlia e prima di sottoporsi alle cure e ai trattamenti ha deciso di portare a termine la gravidanza.

Il mancato tempismo nelle cure, però, le è stato fatale così sabato scorso se ne è andata lasciando il marito Federico Favaro, rugbista di Mirano e Mogliano e le sue due figlie. La donna lavorava come  infermiera all’ospedale Ca’ Fondello di Treviso, proprio il  mese scorso aveva festeggiato il battesimo della seconda figlia che con il generoso gesto d’amore, le sarà riconoscente per sempre.