Fare sesso di certo è un piacere e ha degli effetti benefici per il nostro corpo e per la relazione col partner, ma richiede anche una certa preparazione atletica. Le prestazioni sotto le lenzuola aumentano anche i rischi di infarto nelle persone che conducono una vita sedentaria, mentre per chi è abituato a svolgere attività fisica si tratta di un vero e proprio toccasana.

Lo rivela una recente ricerca condotta dal Tufts Medical Center di Boston e pubblicata sulla rivista dell’American Medical Association Jama. Sono stati raccolti i dati di 14 studi analoghi condotti in passato, revisionati e approfonditi dai ricercatori.

Galleria di immagini: Sesso con amore

Si è arrivati alla conclusione che chi fa poco sesso e, di tanto in tanto, si lascia andare a delle prestazioni appassionate, ha il 2,7% in più di rischio di morte per infarto, anche se sempre minore di chi conduce una vita sedentaria e passa dalla poltrona di casa a un’attività atletica eccessiva. In questo caso il rischio è di 3.5 volte in più, e l’infarto arriva in genere entro due ore dalla fine dello sforzo fisico.

Invece, chi fa sport e si muove regolarmente riesce a sopportare meglio gli sforzi, anche nel sesso: ciò si traduce con un rischio di infarto minimo, pari a uno su un milione. Questo perché come ogni altra attività fisica, anche il sesso aumenta le pulsazioni cardiache e la pressione del sangue, spingendo il cuore a lavorare di più; dunque, chi ha un corpo già preparato per gli sforzi, può dormire sonni più tranquilli.

L’attacco cardiaco è in agguato quindi non solo per chi ha una relazione seria ma con poca passione, bensì anche per chi fa sesso occasionale o per chi si lascia andare in scappatelle extraconiugali, che non mettono a rischio solo il matrimonio ma anche la salute stessa degli adulteri.

Spiega Amy Thompson della British Heart Foundation:

“È importante distinguere tra le cause di un attacco di cuore e quelle che potrebbero potenzialmente scatenarlo. Lo studio mostra che il sesso può agire da fattore scatenante, ma questo non cambia il nostro punto di vista sui benefici dell’attività fisica. È stato dimostrato che, per aiutare il cuore a restare in forma, bisognerebbe fare 30 minuti al giorno di attività fisica moderata almeno cinque volte a settimana e il sesso non causa più stress che salire un paio di rampe di scale.”

Il modo migliore per evitare problemi al cuore è dunque sempre quello di fare un allenamento graduale e senza strappi: ne gioverà non solo la nostra vita sessuale ma tutto il corpo.