Il risotto al nero di seppia è una ricetta che viene dalla tradizione culinaria veneta. Ha una preparazione lunga ma non difficile, occorre solo un po’ di pazienza per la cottura del riso.

Per la preparazione del risotto al nero di seppia occorrono: 500 grammi di seppie fresche, complete del sacchettino in cui è contenuto il loro inchiostro, 300 grammi di riso, 1 spicchio di aglio e una cipolla, 200 grammi di polpa di pomodoro, brodo di pesce, sale, pepe e prezzemolo.

Pulite le seppie e eliminate gli occhi e il becco, tenete da parte però il sacchettino di inchiostro e tagliatele a striscioline.

Tritate il prezzemolo e la cipolla e fate soffriggere con un filo di olio. Quando il tutto si sarà imbiondito aggiungete le seppie e fate cuocere, sfumando con un po’ di vino bianco, per circa 15 minuti.

A questo punto aggiungete i sacchettini di inchiostro e schiacciateli per far fuoriuscire il liquido e incorporate anche la polpa di pomodoro.

Lasciate cuocere per altri dieci minuti e poi aggiungete il riso. La cottura del riso va curata in modo particolare, per evitare che si attacchi alla pentola e che rovini tutto il risultato.

Appena il riso inizia a asciugarsi irrorate con il brodo di pesce caldo fino a cottura ultimata.