È stata presentata da Sony, alla conferenza D6 Highlights organizzata da All Things Digital, la nuova serie di schermi a tecnologia OLED dello spessore di soli 3 mm.

OLED è l’acronimo di “Organic Light-Emitting Diode” che letteralmente significa “diodi a emissione di luce organica”. Si tratta di piccolissimi dispositivi che, sfruttando le proprietà elettroluminescenti di alcuni composti organici contenenti carbonio, sono in grado di emettere luce. Di conseguenza gli schermi che vengono prodotti utilizzando questa tecnologia non necessitano di alcuna retroilluminazione, permettendo così di ridurre ulteriormente lo spessore dello schermo stesso e dimezzando i consumi energetici.

Questa tecnologia fino a qualche anno fa era prevalentemente utilizzata per produrre schermi di piccole dimensioni (come i display per cellulari o palmari) poichè l’assemblaggio di grandi pannelli comportava notevoli difficoltà tecniche nonché costi di produzione troppo elevati, ma evidentemente Sony ha superato brillantemente questo problema.

Gli schermi proposti finora sono di due dimensioni: 11″ e 27″. I primi hanno una risoluzione di 1024×600 pixel e uno spessore massimo di soli 3 mm (più sottili di una carta di credito!) mentre la versione da 27″ può arrivare ad una risoluzione di 1920×1080 pixel e arriva ad uno spessore massimo di 9 mm. Entrambi sono dotati di ingressi HDMI e hanno un contrasto di 1.000.000:1.

Purtroppo per i primi tempi la vendita sarà effettuata solo sul mercato giapponese (in quanto i costi dell’oggetto lo renderebbero poco competitivo sul mercato europeo). Al momento è stato comunicato in anteprima solo il prezzo della versione da 11″ che costerà 200.000 yen (ovvero circa 1220,00 ?).