I dissapori tra Alba Parietti e Alessandro Meluzzi sono da tempo palesi. Ma ieri a Pomeriggio Cinque, i due opinionisti hanno passato un po’ il segno. L’argomento era nuovamente la religione, come già accaduto domenica a Domenica Cinque, dove Daniela Santanché aveva dato del pedofilo a Maometto. La presenza del crocefisso negli uffici pubblici sta infiammando gli animi e monopolizzando i dibattiti. Fino ad arrivare, come in questo caso, a parlare di satanismo.

Tutto è partito da un fatto di cronaca: uno dei condannati per gli omicidi perpetrati dalle Bestie di Satana è ricorso alla Corte Europea di Strasburgo. Meluzzi, facendo una battuta di cattivo gusto, si è attirato subito le ire della Parietti:

Speriamo che i giudici non siano così lungimiranti come hanno dimostrato con il crocefisso e non premino i satanisti.

Il tutto è proseguito con una serie di urli e di offese, finché la Parietti non ha spiegato il suo punto di vista:

Non puoi permetterti di dire che chi non vuole il crocefisso nelle aule è una satanista.

Infine, alle minacce di querela di Meluzzi è intervenuta la conduttrice Barbara D’Urso, la quale ha difeso l’uomo. Sono quindi seguite le scuse della Parietti, ma questo non significa che non ci saranno più risse verbali. Soprattutto nei programmi della D’Urso che forse, scomparsa la Perego dai palinsesti, sta per diventare la nuova regina del trash.