Ormai in TV siamo abituati a vedere liti trash tutti giorni, su tutti i canali e in tutte le trasmissioni. L’ennesimo litigio è scoppiato la scorsa settimana a Domenica Cinque, quando la luce dei riflettori si è accesa sulla storia di Francesco Zanardi e Manuel Incorvaia.

I due ragazzi, determinati a sposarsi, stanno facendo di tutto per poter realizzare il loro sogno: hanno presentato richiesta per le pubblicazioni di matrimonio al comune di Savona e hanno incontrato il sindaco Federico Berruti. Quest’ultimo sarebbe disponibile a iscrivere la coppia omosessuale nel registro delle coppie di fatto, attualmente non ancora istituito presso la cittadina.

La lite a Domenica Cinque ha avuto come protagonisti tutti gli ospiti in studio: Maurizio Ruggiero, presidente dell’associazione Sacrum Romanum Imperium, Alessandro Cecchi Paone, Alba Parietti e i due promessi sposi.

Nel corso della discussione, uno dei due ragazzi ha dichiarato:

Preferirei essere figlio di due persone omosessuali che avere un padre come lei: lei è un grandissimo cafone, infatti è da solo. Io ho vicino una persona che mi ama e mi stima per quello che sono.

Queste parole hanno scatenato la pesante reazione di Maurizio Ruggiero:

Del vostro orgoglio da deretano non me ne frega niente!

L’affermazione ha innervosito i ragazzi, Cecchi Paone e la Parietti che, inviperiti, hanno contribuito a sollevare la rissa verbale. Epiteti quali “Fascisti”, “Omofobi” e “Sodomiti” hanno determinato il degenerare della discussione nel turpiloquio.

Di seguito il video della furiosa lite nel salotto di Barbara D’Urso